Indietro
menu
In vista del tratto sud

Metromare. La Tosi scrive a Santi: anche a Riccione sia a servizio del lungomare

In foto: il Metromare
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 4 set 2020 14:27 ~ ultimo agg. 5 set 11:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In una lettera al presidente della Provincia, il sindaco di Riccione, Renata Tosi ha espresso la posizione dell’amministrazione circa il prolungamento del Metromare in zona sud, nei territori di Misano e Cattolica. La richiesta è che la linea filoviaria litoranea che viene dai confini di Misano e Cattolica si colleghi nel Comune di Rimini alla fermata per l’aeroporto. Un ripensamento del servizio perché anche per Riccione sia funzionale alla direttrice del lungomare, piuttosto che quella all’altezza della ferrovia.

Ribadendo le gravi criticità che permangono sulla città di Riccione a causa del “deturpamento” urbanistico perpetrato dal Metromare, la lettera ribadisce come i due macro poli turistici della Perla Verde, zona sud (area Sud-Campeggi-Terme) al confine con Misano e la zona Nord-Marano-Aeroporto al confine con Rimini, abbiano la necessità di connettersi “con un servizio pubblico capace di rispondere ai bisogni di mobilità di tutta la fascia di Riccione Marina“. “L’area campeggi – si legge nella lettera – già oggi dotata di strutture di grande ricettività è oggetto di un importante programma di riqualificazione così come il polo termale mentre l’area Marano è caratterizzata maggiormente per la presenza di locali ed attività sportive che andranno a svilupparsi anche verso l’insediamento di poli urbani di carattere educativo-scolastico (Karis), ricettivo (Conchiglie), sportivo ricettivo (Reggiana)”.

Quindi si ribadisce che è “interesse imprescindibile per il Comune di Riccione sviluppare questa direttrice sul lungomare. Così riteniamo che come progettato per la città di Rimini una linea nel centro turistico-ricettivo (Linea MC – Marina Centro) dovrebbe adottarsi una soluzione analoga per la città di Riccione. Così come sviluppato nel Comune di Rimini un collegamento a raso con la Fiera così deve realizzarsi a Riccione in continuità tecnica e funzionale con quanto appare pensato per la tratto Misano-Cattolica. Per cui, molto semplicemente, le esigenze del Comune di Riccione sono quelle di prolungare la linea filoviaria (o altra tecnologia, nel rispetto dei tempi trasportistici) litoranea che  venendo dai confini di Misano e Cattolica prosegua su Via Torino, Milano e d’Annunzio verso il confine Nord sino a costituire un collegamento diretto con l’aeroporto. Con leale spirito collaborativo e costruttivo, anche questa volta abbiamo dato il nostro contributo come città di Riccione, affinché questo trasporto pubblico sia un beneficio e non un problema come invece si è dimostrato essere”.

“Il nostro spirito – ribadisce il sindaco – è sempre stato costruttivo. Noi abbiamo un solo obiettivo e cioè quello di dotare la città, che ha il suo cuore pulsante, la sua economia trainante sulla fascia litoranea, di collegamenti efficienti e in grado di connettere il lungomare con l’aeroporto”.

Notizie correlate
di Lucia Renati   
di Simona Mulazzani   
VIDEO