Indietro
menu
Centro Culturale Paolo VI

La Rimini che verrà: il sindaco Gnassi e l'economista Zamagni a confronto

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 7 set 2020 15:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Come sarà la Rimini che verrà? Oggi più che mai la domanda preme, davanti alle incertezze della pandemia. Di Rimini si parlerà nel primo degli incontri promossi dal Centro Culturale Paolo VI  dal titolo “Non aver paura di tirare un calcio di rigore”, incontri “sul coraggio, sull’altruismo e sulla fantasia”, proseguendo con la ripresa delle parole della famosa canzone di Francesco De Gregori.

Il primo incontro, un dialogo sulla città e sulla comunità riminese, vedrà protagonisti l’economista Stefano Zamagni e il sindaco Andrea Gnassi martedì 8 settembre alle 20 e 45 in piazza Francesca da Rimini.

“Nell’anno che con la pandemia da Coronavirus ha sconvolto più dei precedenti 70 la vita delle persone, determinando un radicale switch nei comportamenti e nelle abitudini individuali e collettivi, serve ancora di più pensare al senso del domani e riflettere sulle ragioni dell’essere comunità” spiegano i responsabili del Centro Culturale Paolo VI. L’obiettivo è mettere a disposizione del dibattito pubblico esperienze innovative, elaborazioni avanzate su visioni di città basate sulla responsabilità e contributo individuale nell’ambito dell’affermazione del ‘bene comune’.

Sullo sfondo il rinnovo del governo della città in programma tra pochi mesi. “Prima di ogni competizione, prima di ogni divisione, prima di ogni proposta amministrativa, va posta la domanda: quale futuro per Rimini, città italiana tra le città italiane?”  scrivono gli oganizzatori. Da qui la scelta dei protagonisti dell’incontro d’apertura: il primo cittadino alla guida di Rimini da dieci anni d’anni e Stefano Zamagni, appunto. Welfare di comunità, circolarità, un piano strategico della società riminese, dei suoi bisogni, delle sue speranze, delle sue azioni solidali sulla base di una nuova fotografia post Covid 19 i principali argomenti sul piatto della serata.

In caso di maltempo l’incontro si terrà al Cinema Fulgor.

 

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Redazione