Indietro
menu
Intervista al sindaco

Alunni positivi. Parma: protocollo funziona, classi a casa per precauzione

In foto: Alice Parma
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 23 set 2020 11:28 ~ ultimo agg. 24 set 10:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In via precauzionale, in attesa dell’esito dei tamponi che arriveranno al massimo nella mattinata di giovedì, sono rimaste a casa le due classi della scuola elementare “Ricci” di San Vito frequentata dai due bambini risultati positivi al Covid-19 (vedi notizia). Lo ha spiegato il sindaco di Santarcangelo Alice Parma ai microfoni della trasmissione di Icaro Tempo Reale. Proprio il sindaco ieri ha subito informato la cittadinanza su quale fosse la scuola interessata, dopo la notizia diffusa dall’Ausl che parlava genericamente di un istituto della provincia. I due bambini, fratelli, sono stati sottoposti a tampone a seguito di contact tracing e presentavano alcuni lievi sintomi. “La famiglia è stata brava ad attivarsi subito” dice Alice Parma sottolineando che “il protocollo ha funzionato brillantemente“. Precauzionalmente tutti i compagni di classe dei due bimbi sono stati sottoposti a tampone (così come le maestre e il personale). La scuola, chiusa nei giorni scorsi in quanto seggio elettorale, ha riaperto regolarmente oggi ma senza gli alunni delle due classi. Nonostante l’Ausl abbia infatti verificato il rigoroso rispetto delle disposizioni finalizzate ad evitare contagi, le famiglie hanno deciso cautelativamente deciso di tenere i bambini a casa fino all’esito del tampone. “Comprendo la preoccupazione delle famiglie e la volontà di porsi precauzionalmente in quarantena – dice il sindaco – ma questo caso ci deve far capire che dobbiamo fidarci dei protocolli. Credo che in questa fase di gestione del virus, anche a scuola ci si debba abituare a periodi di alternanza tra lezioni in presenza e alcuni giorni di quarantena”. 

 

Notizie correlate