Indietro
menu
All'anagrafe di Cattolica

Il bimbo nato in spiaggia registrato col nome del bagnino

In foto: l'assessore col bimbo in braccio e la madre
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 7 ago 2020 15:19 ~ ultimo agg. 8 ago 13:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella tarda mattinata di mercoledì 5 agosto si sono presentati all’ufficio anagrafe di Palazzo Mancini i coniugi Tamara e Robert Kemetinger. La coppia austriaca ha registrato l’arrivo del loro settimo figlio dopo le dimissioni della madre dall’ospedale Infermi di Rimini.

“Abbiamo scelto di chiamarlo Paolo come il bagnino”, hanno spiegato ai genitori. Ancora una volta Tamara, 45 anni, ha raccontato di non sapere di essere incinta. Il figlio più grande della coppia ha già 21 anni, il minore ne ha compiuti dieci. Una gioia inaspettata arrivata nel secondo pomeriggio dello scorso 1 Agosto.

Lo scorso sabato la donna si è diretta verso la toilette per poi rendersi conto di essere sul punto di partorire. Bagnanti e bagnino hanno chiesto se in spiaggia ci fosse del personale medico e un’infermiera si è fatta avanti, con un aiuto decisivo. Madre e neonato, la cui situazione era delicata vista la particolarità del parto, sono stati trasportati in ospedale da un’ambulanza del 118.

“Sono qui da 60 anni, non mi era mai capitato di vedere nascere un bambino in spiaggia – dice Maria Belemmi – La madre, in vacanza con il marito e alcuni dei sei figli, è cliente da alcuni anni”. Tra gli ombrelloni e le cabine hanno trovato posto alcuni palloncini ed all’ingresso è stato appeso l’immancabile fiocco azzurro.

Ad incontrare i protagonisti di questa incredibile storia è arrivato anche l’Assessore al Turismo Nicoletta Olivieri.

“Vedere nascere una nuova vita – ha detto la Olivieri – è sempre una emozione. In questo caso lo è ancor di più perché, oltre ad essere inaspettata, è arrivata sulle nostre spiagge. Mi sento di voler immaginare la riva di Cattolica come una grande culla accogliente. Ai genitori faccio i miei più grandi auguri e spero vivamente di poterli incontrare la prossima stagione per spegnere insieme le candeline del primo anno di vita di Paolo”.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO