Indietro
menu
facciamo chiarezza

Aggressione nella notte a Santarcangelo: la ricostruzione dei fatti

In foto: il parco Campo della Fiera dove è avvenuta l'aggressione
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 28 ago 2020 16:00 ~ ultimo agg. 29 ago 11:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nessuna rissa tra giovani e nessuna baby gang all’opera ieri sera a Santarcangelo, com’è invece erroneamente e frettolosamente circolato in un primo momento. L’aggressione avvenuta nella tarda serata al parco Campo della Fiera, in centro, è da ricondurre ad un episodio isolato che ha come protagonista un ragazzo con una situazione personale delicata. Il ragazzo, infatti, avrebbe afferrato una bottiglia di vetro, poi rotta, e minacciato – per cause ancora da accertare – un marocchino che passava di lì.

Il giovane ha dato in escandescenza puntando la bottiglia rotta contro il nordafricano, che a sua volta si è difeso. Tra i due è nata una breve colluttazione alla quale ha assistito anche una famiglia della zona, a sua volta minacciata dal ragazzo. I primi ad intervenire sul posto, dopo pochi minuti, sono stati tre agenti della polizia Locale, in quel momento di perlustrazione in zona, poi anche una pattuglia dei carabinieri. L’aggressore è stato prima tranquillizzato dagli agenti poi convinto a posare la bottiglia rotta. Leggermente ferito il marocchino, solo uno spavento invece per i componenti della famiglia imbattutisi nella zuffa.

Il giovane è stato identificato e riconsegnato ai familiari. L’amministrazione comunale di Santarcangelo fa sapere che “è vicina alle persone rimaste coinvolte loro malgrado nello spiacevole episodio e continuerà a seguirne gli sviluppi insieme alla polizia Locale e ai carabinieri, che ringraziamo per l’intervento efficace e tempestivo”. 

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO