Indietro
menu
Polemiche su polemiche

Pink Week. Riccione Civica alla Tosi: inizi a fare l'amministratore

In foto: Riccione Civica
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 25 lug 2020 09:27 ~ ultimo agg. 09:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Da Riccione Civica una stroncatura all’atteggiamento del sindaco Renata Tosi, che chiede di annullare o spostare la Pink Week per questioni di sicurezza.

Nell’intervento del coordinatore Marco De Pascale, diverse provocazioni: “Caro sindaco, ma lei sa che la PINK WEEK non coinvolge solo Riccione ma anche i comuni limitrofi e quindi anche annullandola i flussi migratori di masse, avendo i locali aperti e gli operatori promozionali sparsi su tutti i comuni, comunque attrarranno pubblico “ROSA” all’ interno della città? Annullando l’ evento cosa farà? Metterà nuovamente la città in “Lockdown” cosi da non dare attrattiva e non avere eventuali flussi che si riversano all’ interno?

Come ha pensato di rendere sicura e controllata la città a prescindere dall’ annullamento della manifestazione? Dovrebbe smettere di prendere in giro i cittadini, annullando la data non cambierà nulla, perché essendo aperte tutte le attività (bar, ristoranti, spiagge, hotel, discoteche in collina e al Marano), il risultato resterà tale.
Il pubblico “ROSA” lo avremo comunque all’ interno della città.
Inizi a fare l’ amministratore che rende la città sicura, invece di ergersi a Ponzio Pilato lavandosene le mani, e puntando a scaricare su altri le eventuali responsabilità di ciò che potrà accadere”.

Poi le proposte: “Massificare posti di blocco e controllo su stazione, fermate nei pressi dei locali, piazzale Curiel e zone adiacenti al distretto Ceccarini, uscita autostradale di Riccione. Consigliamo l’ apertura di un’ applicazione smart di prenotazione esclusiva per la “SETTIMANA ROSA”, A NUMERO CHIUSO;
La invitiamo a comunicarlo su tutti i giornali e cortesemente faccia un intervista sui telegiornali nazionali (almeno inizierà a parlare di cose tangibili);
Istruisca gli operatori dei posti di blocco a fare controllo della prenotazione all’ interno della città, al fine di evitare l’ingresso a coloro che ne sono sprovvisti. Raccomandiamo di far girare come i “pazzi” i 4 vigilantes su tutto il litorale (che praticamente riusciranno a controllare ben poco)”.

Notizie correlate
di Serena Saporito   
VIDEO
di Redazione