Indietro
menu
Serve chiarimento politico

Discussione in consiglio. Il consigliere Frisoni precisa e parla di "fuoco amico"

In foto: il consigliere Frisoni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 3 lug 2020 17:55 ~ ultimo agg. 4 lug 09:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo la discussione in consiglio comunale e i commenti del giorno dopo della minoranza che paventa una maggioranza in crisi (vedi notizia), interviene il consigliere di Patto Civico – Italia Viva Davide Frisoni.

Al Consigliere Gennaro Mauro che parla di una  spaccatura in maggioranza e di motivi futili da parte dell’esponente di Patto Civico, Frisoni spiega “che la circostanza di ieri sera era identica a quella occorsa nel consiglio comunale dell’11 giugno, quando su richiesta della minoranza, veniva rimandata la votazione “per mancanza di un documento necessario alla completa valutazione della delibera”. Non è che se la richiesta la fa la minoranza vale di più o di meno se la stessa richiesta viene fatta dalla maggioranza. Problema identico, richiesta identica. Aggiungo, come ho detto più volte ieri sera in Consiglio, che la forma è parte della sostanza. Ieri mancava l’elenco dei componenti degli organi che compongono le commissioni. Quindi parte integrante della documentazione. Tutto qui“.

Frisoni però tira in ballo anche la maggioranza: “la cosa più fastidiosa non è il polverone che la minoranza solleva sulla questione, approfittando di una impasse poco piacevole (fa parte delle regole del gioco politico), ma il fuoco amico (?) della maggioranza. Chi dal divano di casa (perché comodamente collegato via web), chi in aula. Non trattandosi di un argomento di importanza sostanziale per i cittadini, non credo di dover spendere altre parole pubblicamente. Ma un chiarimento politico sarebbe alquanto necessario“.

Davide Frisoni, Consigliere Comunale di Patto Civico.