Indietro
menu
Intervista al pres. Maggioli

Tridico (Inps): opportunismo delle aziende. Confindustria: parole inaccettabili

In foto: Paolo Maggioli, presidente Confindustria Romagna
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 9 giu 2020 15:14 ~ ultimo agg. 10 giu 17:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche Confindustria Romagna commenta indignata le dichiarazioni del presidente dell’INPS Pasquale Tridico che, sollecitato sui ritardi della cassa integrazione per il periodo covid, ha detto che “ci sono imprenditori che non affrontano le difficoltà della riapertura ‘tanto c’è lo Stato’ che paga l’80% della busta paga“. Assicurando che Inps verserà entro il 21 giugno la cassa integrazione a tutti i lavoratori ancora in attesa Tridico ha aggiunto: “Stiamo sovvenzionando con la Cig anche aziende che potrebbero ripartire, magari al 50%, e grazie agli aiuti di Stato preferiscono non farlo. Per pigrizia, per opportunismo, magari sperando che passi la piena”.

Sono affermazioni umilianti e divisive – afferma il presidente dell’associazione di industriali romagnola, Paolo Maggioli –, l’esatto opposto dello spirito di coesione invocato di recente dal Presidente Mattarella e dai più alti esponenti del Governo, indispensabile in questa delicatissima fase di ricostruzione del Paese Sono parole ancora più gravi perché dette da un’autorità che ricopre un incarico pubblico e guida un’istituzione in prima linea in questa emergenza. Tridico per primo dovrebbe essere ben consapevole dello sforzo fatto dalle imprese che rischiano di non ripartire per la forte contrazione della domanda e per gli oneri a cui, nonostante la crisi di liquidità, devono comunque adempiere”.
Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani