Indietro
menu
Dopo la firma del protocollo

Parco del Mare. I sindacati: nei bandi applicare offerta più vantaggiosa

In foto: i partecipanti all'incontro
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 24 giu 2020 19:21 ~ ultimo agg. 20:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Oggi si è svolto il primo incontro tra l’assessore Jamil Sadegholvaad e i sindacati dopo la firma nel novembre scorso del protocollo per la qualità e la tutela dei lavoratori negli appalti dell’infrastruttura “Parco del mare”. Il protocollo è stato sottoscritto tra Comune di Rimini e le Confederazioni Sindacali CGIL Rimini – CISL Romagna – UIL di Rimini e FILLEA-CGIL Rimini – FILCA-CISL Romagna – FENEAL-UIL

Trascorso il periodo di blocco dei lavori legati alla pandemia l’Assessore – riportano i sindacati – ha comunicato che entro l’estate si dovrebbe procedere al completamento del tratto “Spadazzi” a Miramare (3 milioni di spesa) e del tratto “Tintori” a Marina Centro (per 6,600 milioni di spesa).

Rispetto ai bandi di gara che verranno emessi, le Organizzazioni sindacali hanno chiesto conferma dei criteri di aggiudicazione presenti nel Protocollo affinché venga scelta l’offerta economicamente più vantaggiosa e anche che vengano considerate favorevolmente le imprese che, in caso di assunzione, impiegheranno anche lavoratori in condizioni di svantaggio.

Appurato che da parte dei lavoratori non ci sono vertenze in corso, il Comune ha confermato l’attenzione alle tematiche oggetto del Protocollo e l’impegno per la sua attuazione. Saranno fissati altri incontri di verifica.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
I numeri forniti dalla Regione

Sanità. Nel 2018 936 assunzioni in Romagna

di Redazione