Indietro
menu
Contro le forze dell'ordine

Scritte deliranti al parco giochi a Viserba. Indagini in corso

In foto: lo striscione rimosso
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 3 mag 2020 15:11 ~ ultimo agg. 21:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Gesti assurdi per la violenza verbale e l’odio gratuito che portano con loro, ma ancora di più perché hanno colpito un parco giochi per bambini e uno strumento a servizio della solidarietà. Nella notte ignoti hanno divelto le transenne che circondavano un gioco del parco pubblico Lucio Battisti al Peep di Viserba Monte (i parchi da lunedì saranno di nuovo accessibili ma non i giochi) e hanno posizionato uno striscione con scritte deliranti contro le forze dell’ordine. Una scritta ingiuriosa è apparsa anche, a poche decine di metri di distanza, sopra un cassonetto per raccogliere vestiti usati destinati ai bisognosi.

A notarle sono stati agenti della Polizia Locale del distaccamento di Viserba che si sono occupate di farle rimuovere. Sul posto sono intervenuti anche Digos e Carabinieri: sono state avviate indagini per individuare i responsabili.

In una delle due scritte erano presenti anche insulti omofobi. Da Arcigay Rimini solidarietà alle forze dell’ordine e una dura condanna: “L’uso di insulti omofobici per colpire presunti avversari pareva relegato a un passato non rimpianto, ma evidentemente da certe menti arretrate non ci si può aspettare di meglio che augurare la morte, facendo sponda con l’odio contro i gay, anche alle FFOO”. “È un fatto indegno, giustamente attuato vigliaccamente col segreto delle tenebre. Ci auguriamo che le che le sempre accurate indagini della DIGOS individuino i responsabili contro i quali ci costituiremo parte civile”.

Notizie correlate