Indietro
menu
Per aiutare la ripartenza

Il Comune di Riccione annuncia: "Tassa di occupazione suolo pubblico gratis nel 2020"

In foto: Renata Tosi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 13 mag 2020 15:20 ~ ultimo agg. 18:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si chiama “Riccione Square Estate 2020”, ed è il progetto dedicato ai pubblici esercizi di tutta la città che la giunta riccionese varerà lunedì prossimo. Le linee guida del progetto, che intende creare in tutta Riccione oasi di spazi aperti per dare la possibilità ai locali di vivere l’estate ampliandosi verso l’esterno, sono poche e semplici.

Basterà un’autocertificazione da presentare a partire da lunedì all’ufficio Suap del Comune di Riccione, in cui si evincono le principali caratteristiche che avrà l’estensione all’esterno dell’esercizio pubblico. Va da sé che la principale e fondamentale condizione sarà quella di non estendersi ad esempio davanti ad un passo carraio, un cancello residenziale, un incrocio stradale, su un’arteria viaria trafficata o nella zona che potrebbe essere di competenza di un altro esercizio pubblico. L’amministrazione, inoltre, laddove sarà necessario interverrà con Geat per la sistemazione dell’arredo verde, illuminazione e decorazioni, per favorire anche l’integrazione tra le varie attività.

Ma soprattutto il Comune, intervenendo con variazioni al Bilancio, ha a disposizione i fondi per rendere la Cosap, tassa di occupazione suolo pubblico, gratuita per tutti, nel 2020. “Il Comune con fondi propri potrà garantire la gratuità della Cosap – spiega il sindaco di Riccione, Renata Tosi – in linea con quanto preannunciato in bozza dal Dpcm del Governo di prossima uscita. Il progetto Riccione Square Estate 2020, riconferma la nostra linea, quella già messa in pratica con Mare d’Inverno: ossia massima libertà all’imprenditore per scegliere le soluzioni migliori in collaborazione con il contesto e la zona in cui opera. E filo diretto e costante confronto con gli uffici comunali. La rimodulazione del Bilancio inoltre ci ha dato la possibilità di poter coprire il mancato incasso della Cosap e quindi di poter garantire ai pubblici esercizi la gratuità del suolo pubblico, fondamentale per lavorare quest’estate”.

“Il nostro principale intento con il progetto Riccione Square 2020, è quello di lasciare autonomia all’impresa privata che sarà già alle prese con una serie adempimenti relativi all’applicazione dei protocolli che arriveranno dal Governo – dichiara l’assessore alle Attività Economiche, Elena Raffaelli -. Quindi il buon senso prima di tutto, la sicurezza sui posti di lavoro, sicurezza per i clienti e per i turisti. Noi vogliamo che il rapporto tra amministrazione pubblica e imprenditori sia di fiducia, quindi l’autocertificazione responsabile è il modo migliore per farlo”. 

Notizie correlate