Indietro
menu
Sequestrati coltelli

Picchia la moglie e minaccia familiari anche davanti agli agenti. In carcere 61enne

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 19 apr 2020 12:25 ~ ultimo agg. 17:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’ennesima lite in famiglia, ultimo atto di un incubo che moglie e figli vivevano da lungo tempo, ha portato all’arresto di un 61enne moldavo per maltrattamenti in famiglia. Venerdì sera uno dei due figli ha chiamato la Polizia perché il padre, in escandescenze, li aveva minacciati con dei coltelli.
Sul posto gli uomini delle Volanti hanno trovato l’uomo che, sul terrazzo, inveiva contro la moglie, una connazionale 51enne, e i figli ventenni annunciando che quando gli agenti, lì presenti, se ne fossero andati, in casa l’avrebbero pagata.

Gli agenti hanno trovato tre coltelli con lama lunga 30 centimetri che sono stati sequestrati e hanno ricostruito la vicenda. Secondo quanto raccolto, l’uomo è stato sorpreso mentre frugava nelle tasche dei pantaloni di uno dei figli alla ricerca di soldi. L’uomo si è surriscaldato e quando la donna ha cominciato a svuotare delle bottiglie di alcolici che l’uomo aveva intenzione di bere, lui l’ha percossa violentemente, causandole lesioni che hanno reso necessario l’intervento del 118.

Il mattino successivo l’arresto è stato convalidato e il giudice ha disposto la custodia in carcere per l’uomo, accompagnato ai Casetti di Rimini.

Nei suoi confronti c’era un’altra denuncia per maltrattamenti e minacc3e risalente al 2017. Poi la donna, per il timore che la situazione potesse arrivare a conseguenze estreme, non ha più avuto il coraggio di rivolgersi alle forze dell’ordine. Ma, secondo quanto ricostruito dai familiari e da altre testimonianze, erano frequenti le liti, spesso alimentate dall’abuso di alcol da parte dell’uomo.

Notizie correlate
di Redazione