Indietro
menu
Operazione delle Fiamme Gialle

Mascherine con griffe taroccate in una serigrafia

In foto: Guardia di finanza
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 10 apr 2020 14:25 ~ ultimo agg. 17:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per continuare a lavorare aveva dichiarato di aver convertito la produzione in mascherine, ma il controllo della Guardia di Finanza in una serigrafia ha permesso di scoprire che oltre alle mascherine chirurgiche si fabbricavano anche stencil taroccati per griffarle.

I militari hanno verificato che effettivamente era in corso la produzione e il confezionamento di mascherine chirurgiche ma, alcuni particolari hanno indotto i finanzieri ad approfondire il controllo. E così nei locali dell’azienda hanno trovato una stampante che stava producendo decine di “stencil” raffiguranti noti marchi della moda (Gucci, Dior, Prada, Balenciaga, Saint Laurent, Supreme, Givenchy, VLTN, Dsquared, Juventus), che secondo quanto emerso, sarebbero stati commissionati da un imprenditore di fuori che le avrebbe usati per griffare le “mascherine”.

Il titolare della serigrafia e il committente dell’illecita produzione sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Rimini, per il reato di contraffazione dei marchi, aggravato da modalità imprenditoriali. Sequestrati anche 126 “stencil” con le griffe contraffatte, una stampante e l’hard disk di un computer contenente i files dei marchi da riprodurre.

Il titolare della serigrafia è stato multato per il mancato rispetto delle norme anti Covid-19 e segnalato alla Prefettura

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione