Indietro
menu
per nuclei speciali

Comitato idonei vigili del fuoco: non fermare i corsi

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 16 apr 2020 15:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non fermate i corsi per i vigili del Fuoco. L’appello arriva dal Comitato Idonei 250 VVF (che conta circa 1500 iscritti tra vincitori ed idonei del Concorso Pubblico 250 per l’accesso alla qualifica di Vigile del fuoco) di fronte anche alla richiesta da parte di chi tra chi lavora in modo discontinuo alla immissione diretta.

Attualmente i Vigili del fuoco – spiegano – sono gli unici deputati (in campo civile) ad intervenire nella gestione degli interventi complessi che coinvolgono sostanze pericolose convenzionali e non convenzionali tra cui anche interventi coinvolgenti organismi biologicamente attivi e/o virulenti. Infatti tramite i Nuclei NBCR (una delle specializzazioni del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco)
In questo momento ci sono 682 ragazzi del concorso pubblico inquadrati nelle Scuole Centrali Antincendi ed i Poli didattici regionali per l’intensa attività di formazione anche in campo
NBCR. Finito l’iter formativo verranno impiegati direttamente nel soccorso tecnico urgente. In aggiunta ci sono ulteriori 678 unità già visitate – e quindi abili a partire – che attendono la
convocazione per i prossimi corsi di formazione per Allievi Vigili Permanenti.

“Vogliamo sollecitare gli organi competenti a non fermare i corsi per i futuri Vigili del fuoco, perché la recente storia ha dimostrato che purtroppo siamo sottoposti sempre più spesso a calamità e fatti gravosi che necessitano di una sempre maggior presenza di Vigili del fuoco professionisti: giovani, prestanti e soprattutto formati”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Andrea Polazzi