Indietro
menu
"Chiarimenti insufficienti"

Casa Valloni. Pecci (Lega) auspica intervento della Magistratura

In foto: Casa Valloni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 12 apr 2020 14:51
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il capogruppo della Lega a Rimini Marzio Pecci torna all’attacco sulla vicenda della situazione di Casa Valloni a Rimini. Pecci chiede l’interessamento della Magistratura e anche la risoluzione del contratto con la cooperativa che ha in gestione la RSA.

“La vicenda della ASP Valloni non può essere liquidata come “normalità” perché giustamente i familiari delle vittime hanno tutti i diritti di sapere cosa è successo e se l’emergenza all’interno della casa di accoglienza è stata gestita nel rispetto delle norme.
In queste settimane abbiamo faticato molto per sapere cosa era accaduto e solo nella giornata di giovedì 9 aprile abbiamo avuto la conferma che i deceduti sono stati 18 e che i contagiati sono stati complessivamente 59 su 64 ospiti oltre alle OSS (2, 5 o più?) contagiate”. “I chiarimenti forniti in Consiglio comunale dal Vice-Sindaco Lisi e le spiegazioni della Cooperativa Elleuno sulla stampa non sono sufficienti a chiarire i fatti. Credo che una indagine della Magistratura sia indispensabile così come è indispensabile che il comune inviti il CDA dell’Asp Valloni a risolvere il contratto di gestione”.