Indietro
menu
controlli Polizia

Alla ricerca di una Spa per festeggiare addio al nubilato

In foto: in bicicletta
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 13 apr 2020 15:00 ~ ultimo agg. 14 apr 09:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Controlli di terra ma anche aerei per gli agenti della Polizia di Stato impegnati nei controlli per le festività, in particolare sulla spiaggia, sul lungomare, nei parchi, nelle aree verdi e sulle principali arterie di comunicazione. Utilizzati anche equipaggi di poliziotti in bici ed equipaggi “in borghese” per cercare di fronteggiare la segnalazione sui social di posti di Polizia.

I controlli dall’alto:

Complessivamente, sono stati impiegati, nei tre giorni, oltre 400 uomini della Polizia di Stato. Sostanzialmente i divieti imposti dall’emergenza sanitaria sono stati rispettati, ma non sono mancate le scuse più creative.

Sabato, ad esempio, tre donne sono state fermate a bordo di un veicolo, giustificandosi con i poliziotti di essere uscite per festeggiare l’addio al nubilato di una delle tre in una Spa, prima della cerimonia matrimoniale. Chiaramente “dimentiche” del fatto che le Spa sono chiuse e che, al momento, non è possibile celebrare matrimoni. Le tre sono state sanzionate e, da accertamenti più approfonditi, è emerso che non era la prima volta che venivano sanzionate per il mancato rispetto delle misure di contenimento.

Altri, visto il bel tempo, sono stati sorpresi ai lavaggi self-service intenti a lavare la propria autovettura, incuranti dei divieti, venendo naturalmente sanzionati.

Non sono mancate le sanzioni per gli irriducibili del fitness e della meditazione, i quali, sorpresi fuori dalla propria abitazione, alcuni (pochi) anche sulle spiagge, hanno spiegato che il pensiero di non arrivare alla “prova costume” in forma li avrebbe “costretti” ad orientarsi verso l’uscita da casa. O che il mancato esercizio fisico danneggiava l’equilibrio dei propri chakra.

C’è anche chi non ha voluto rinunciare al pranzo di Pasquetta tra amici: a seguito di una segnalazione infatti due equipaggi delle Volanti si sono diretti in un’abitazione dove hanno trovato 5 amici che stavano festeggiando la Pasquetta ed il compleanno di uno di loro. I festeggiamenti sono stati interrotti e i 5 sono stati sanzionati.

Altri motivi addotti hanno riguardato le difficoltà di prolungate convivenze forzate con i coniugi e con i suoceri, come nel caso di un ragazzo trentottenne che, dopo aver litigato con la suocera, ha ammesso di aver rivalutato le qualità della moglie.

Notizie correlate
di Redazione