Indietro
menu
Stagione senza certezze

I sindaci delle città di mare scrivono al Premier Conte

In foto: il sindaco di Cattolica Mariano Gennari
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 27 mar 2020 13:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I sindaci G20s, cioè gli amministratori delle prime venti spiagge d’Italia, si sono riuniti nei giorni scorsi in videoconferenza per formare un fronte compatto a difesa del turismo balneare e di tutto il suo indotto. I primi cittadini hanno sottoscritto una lettera inviata al premier Conte, per chiedere un supporto concreto.

Si tratta di un primo documento – spiega il Sindaco di Cattolica Mariano Gennariper cogliere le primarie necessità delle località balneari. Cattolica ha avuto un propositivo e determinante nella stesura di questa lettera e il lavoro del gruppo del G20S non si ferma. Stiamo lavorando, infatti, ad un ulteriore documento più complesso ed articolato dove potremo integrare ulteriori proposte. Intanto abbiamo inviato questo primo testo anche al Senatore Gianni Pietro Girotto, Presidente della 10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo), che lo prenderà in considerazione per inserirlo in un articolato da proporre al Governo“.

Le venti città che fanno parte del G20 delle spiagge registrano oltre 60 milioni di presenze che equivalgono a migliaia di posti di lavoro e un indotto non indifferente. “Le realtà economiche ed i lavoratori – conclude Gennari – avranno bisogno di un sostegno reale. In tal senso il messaggio lanciato è chiaro: difendiamo il lavoro. Nella situazione odierna che stiamo attraversando il comparto turismo, in principal modo quello balneare che si trova alla vigilia di una stagione senza certezze, ha bisogno di essere ascoltato ed è per questo che noi Sindaci siamo al lavoro per farci portavoce delle istanze di questo settore

 

La lettera.

Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
VIDEO