Indietro
menu
A Misano

Il nastro adesivo per alterare la targa. Conducente denunciato

In foto: @poliziia-locale
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 14 feb 2020 10:16 ~ ultimo agg. 10:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.031
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nei giorni scorsi una pattuglia del Corpo Intercomunale di Polizia Locale di Riccione, Misano Adriatico e Coriano, durante controlli stradali a Misano in Via Adriatica ha fermato una Fiat 500X che risultava priva di copertura assicurativa. Già dai primi momenti gli agenti si accorgevano di una “anomalia” sulle targhe del veicolo, ovvero la mancata corrispondenza tra le stesse. Da un più accurato controllo la pattuglia accertava che sulla targa posteriore era stato posizionato un lembo di nastro isolante di colore nero, tale da alterare il codice alfanumerico e trasformare una lettera “F” in lettera “E”. In questo modo la targa così modificata risultava corrispondente a un veicolo Mercedes radiato alcuni mesi prima.

Gli agenti, attraverso i sistemi di videosorveglianza situati sul territorio, hanno accertato che la Fiat 500X circolava con la targa alterata già da diverso tempo. Il conducente del veicolo, un 31enne residente a Napoli, ha tentato di sottrarsi alle responsabilità sulla manomissione della targa di immatricolazione, ma da più approfondite indagini risultava essere stato denunciato numerose volte per truffe correlate alla vendita di merce con marchi contraffatti portate a compimento anche con questo veicolo.

È evidente – spiega la Polizia Locale – che questo tipo di alterazione semplice, ma efficace, manifestasse la chiara intenzione di eludere i controlli di polizia, evitando inoltre la possibilità di rintraccio durante le attività illecite legate alle truffe. La pattuglia procedeva a quel punto al sequestro del veicolo e delle relative targhe, mentre il conducente del veicolo veniva deferito all’autorità giudiziaria e denunciato ai sensi dell’art.100 del Codice della Strada.

Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
VIDEO