Indietro
menu
Fake news, Regione denuncia

Decisione su riapertura delle scuole rinviata a sabato

In foto: L'assessore Donini (Newsrimini.it)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 28 feb 2020 19:17 ~ ultimo agg. 29 feb 13:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La decisione sulla riapertura delle scuole e non solo (anche cinema, teatri e musei) verrà presa sabato mattina. Lo ha annunciato poco fa l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini.

“Aspettiamo infatti il provvedimento che adotterà il Governo sulla base del confronto con la comunità scientifica atteso per domani”, afferma l’assessore regione alle Politiche per la salute, Raffaele Donini. “E’ giusto che la scienza parli e attraverso dati medico-scientifici auspichiamo si possano prendere decisioni omogenee nelle Regioni”.

La decisione di andare a sabato ha concluso la riunione del pomeriggio a Bologna, in Regione, che il presidente Stefano Bonaccini ha svolto con i sindaci dei Comuni capoluogo e i presidenti delle Province per fare il punto della situazione. Si è fatta una valutazione territorio per territorio, alla luce dell’ordinanza sulle misure precauzionali firmata dal presidente Bonaccini e dal ministro alla Sanità, Roberto Speranza, in vigore fino a domenica 1^ marzo e che prevede fra le altre misure la chiusura di nidi e scuole e la sospensione di manifestazioni pubbliche.

Quindi la notizia sulla chiusura delle scuole fino al 7 marzo è una fake news ripresa anche da testate online in tutta l’Emilia Romagna, circolata in amministrazioni locali e categorie professionali. Una falsa ordinanza ha girato nel pomeriggio anche in svariate chat.

La stessa Regione fa sapere in merito alla fake News: “Ovviamente denunceremo alle autorità competenti quanto sta accadendo, nella speranza che gli autori vengano individuati e puniti così come prevede la legge”.

Nel pomeriggio l’assessore Donini ha incontrato i sindaci dei comuni capoluogo dai quali erano arrivate sollecitazioni ad allentare un po’ le maglie dell’ordinanza emanata domenica scorsa. In serata il premier Conte, sollecitato sulla decisione in merito alla riapertura o meno delle scuole ha detto: “Ci sarà un aggiornamento fino a domani (sabato, ndr), il comitato tecnico lavora fino all’ultimo. Per quanto riguarda il dpcm sarà emesso domani”. 

La conferenza dell’assessore alla Sanità Raffaele Donini

Sabato inoltre si insedierà l’Unità di crisi regionale sul Covid-19  che agirà in continuità con il sistema di governance dell’emergenza adottato fino ad oggi, per prendere su tutto il territorio dell’Emilia-Romagna le decisioni necessarie, ed uniformi, per affrontare la crisi Coronavirus.

L’unità di crisi regionale, in costante contatto con il Comitato operativo nazionale, è composta dal presidente Bonaccini, che la presiede, dal Prefetto di Bologna (o un suo delegato), dall’assessore alle politiche per la Salute, Raffaele Donini, dall’assessore alla Protezione Civile, Irene Priolo, dal Direttore generale cura della persona, salute e welfare e da quello dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, nonché da un rappresentante di Anci e Upi Emilia-Romagna.

Potranno essere invitati componenti e strutture operative di Protezione civile e delle Aziende sanitarie locali, o altri dirigenti/funzionari regionali o appartenenti ad altre Pubbliche amministrazioni in considerazione di specifiche esigenze ed in relazione alle competenze che dovessero essere necessarie. Sabato la prima riunione.