Indietro
menu
Come comportarsi

Coronavirus, i consigli per i medici di base. Paolizzi: non è banale influenza

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 24 feb 2020 16:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I tempi della politica sono troppo lenti e i medici di base non hanno ancora linee guida per sapere come comportarsi durante questa allerta da coronavirus. A dirlo è il dottor Corrado Paolizzi che insieme al collega Marcello Cretì, Segretario Provinciale della Federazione dei Medici di Medicina Generale, ha diffuso alcuni suggerimenti per agevolare l’attività dei medici di base.

1) Certificato di malattia. In caso di persona con sintomi riferibili ad influenza, suggeriamo di emettere una prognosi non inferiore ai sette giorni, anche senza vedere il Paziente (sappiamo essere non conforme alle prescrizioni di Legge, ma riteniamo, speriamo, che la straordinarietà del caso, con concreto rischio di diffondere questa infezione, induca gli Organi preposti ad interpretare bonariamente il nostro atteggiamento nell’attesa che la politica prenda il coraggio per assumere una decisione definitiva in merito, e che con tempestività ci venga comunicata).

2) In caso di persona transitata in luogo a rischio, suggeriamo di emettere una prognosi non inferiore ai sette giorni indicando però nello spazio della diagnosi la seguente dizione “OSSERVAZIONE PER SOSPETTO DI CONDIZIONE MORBOSA INFETTIVA” come diagnosi presente nel portale INPS, come sopra, senza avere di fronte il paziente.

3) Se al termine delle suddette prognosi o periodi di osservazione, oppure se durante questi periodi si dovesse manifestare “difficoltà respiratoria”, chiamare subito il 118.

4) Scoraggiare le visite in ambulatorio per i pazienti affetti da sindrome influenzale o para influenzale.

5) Non effettuare visite domiciliari di pazienti con sintomi suggestivi di sindrome influenzale o para influenzale.

6) Se con il contatto telefonico dovesse trasparire una qualsiasi gravità, inviare il 118.

7) Al momento i tamponi per il CORONAVIRUS / COVID19 non si effettuano negli ambulatori privati e non sono prescrivibili dai Medici di Medicina Generale (MMG), ma è la AUSL a chiamare direttamente i pazienti da noi eventualmente segnalati telefonando al numero 0541 707211. Se è come oggi successo risultasse estremamente difficoltoso mettersi in contatto con questo numero, suggeriamo di informare il 118.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani