Indietro
menu
Completamento a inizio 2021

La Giunta presenta la nuova Rimini nord ai cittadini. Impegno sui varchi

In foto: l'incontro a Torre Pedrera
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mer 1 gen 2020 14:41 ~ ultimo agg. 2 gen 11:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min Visualizzazioni 1.478
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Centinaia di persone hanno partecipato lunedì 30 dicembre ai due incontri organizzati a Torre Pedrera  e a seguire Viserba per presentare la serie di importanti interventi di riqualificazione urbana e ambientale a Rimini nord che riguarderanno lungomare, collegamenti e sistema fognario.

Sono intervenuti gli assessori alla pianificazione territoriale Roberta Frisoni, a cui è spettato il compito di contestualizzare la cornice urbanistica in cui si inseriscono i lavori del Parco del Mare nord; l’assessore Anna Montini che ha spiegato i prossimi step del piano di salvaguardia della Balneazione, infine l’assessore ai lavori pubblici Jamil Sadegholvaad, che è entrato nel dettaglio rispetto alle modalità e al cronoprogramma dei cantieri che interesseranno tutto il quadrante di Rimini nord.

Per quanto riguarda i lavori la riqualificazione urbana e ambientale e il recupero delle vocazioni identitarie dei luoghi dell’area turistica di Rimini nord, i cantieri come annunciato partiranno il 23 gennaio, all’indomani della chiusura del Sigep. L’intervento ha un valore stimato in quasi 12 milioni di euro, suddiviso in quattro lotti (Lungomare Torre Pedrera da Via Tolemaide a Viale Lago Rodolfo; Lungomare Viserbella da Viale Lago Rodolfo a Viale Genghini; Lungomare Viserba da Viale Genghini a Viale Montegrappa; Lungomare Rivabella da Viale Livenza a Viale Adige). Saranno riqualificati tutti i lungomari da Torre Pedrera a Rivabella con la creazione di un’ampia passeggiata continua di 6,3 km, l’inserimento di percorsi pedonali e ciclabili, la creazione di spazi di aggregazione, nuovi arredi e illuminazione.

Entro metà gennaio si procederà all’assegnazione definitiva dei lavori dei quattro lotti, in tempo utile per partire con le opere il 23 gennaio. Gli interventi avanzeranno in contemporanea sulle quattro zone, procedendo a step in modo da limitare i disagi per residenti e operatori. In particolare si cercherà di accellerare i lavori nelle zone turistiche dove è presente la maggiore concentrazione di attività commerciali ed esercizi pubblici, in modo da garantire una migliore fruibilità per operatori e clienti alle attività che comunque resteranno sempre accessibili per tutta la durata del cantiere. Stando al cronoprogramma fornito dalle ditte, i lavori si concluderanno intorno a febbraio 2021.

Sul fronte della viabilità non ci saranno modifiche. Anche con l’apertura dei cantieri la viabilità resterà come quella attuale, con la direzione Rimini-Bellaria nei tratti a senso unico. Per tutto il periodo di cantiere sarà sempre garantita una fascia carrabile percorribile. Nei periodi estivi, con l’istituzione della consueta zona pedonale sul lungomare in fascia serale, sarà come sempre percorribile l’asse a monte del lungomare in direzione Bellaria-Rimini.

Con il completamento del potenziamento dell’asse viario Mazzini, Caprara, Serpieri e Domeniconi, (per un investimento complessivo di circa 5 milioni e mezzo finanziato con fondi Fsc) previsto entro giugno 2020, sarà possibile percorrere l’asse a monte del lungomare in entrambe le direzioni. L’intervento rappresenta il completamento di quanto già realizzato su via Diredaua nel tratto tra via Marada e via Tolemaide per il riassetto del sistema del traffico dell’area nord del territorio di Rimini. Entro la stagione estiva sarà completata anche la realizzazione del parcheggio di Torre Pedrera.

Sempre sul fronte dell’accessibilità, i lavori del bando periferie comprendono anche la realizzazione del sottopasso carrabile e ciclopedonale a Viserba, investimento di 9 milioni complessivi per 5,5 milioni in carico a Rfi. I lavori partiranno dopo giugno e si concluderanno per la primavera del 2021.

A gennaio entrano nel vivo anche gli interventi del Piano di salvaguardia della balneazione che si prefigge come obiettivo il completamento del processo di separazione delle reti fognarie nella zona nord. I lavori interesseranno l’area tra Torre Pedrera e Viserbella, dove ricadono i bacini “Brancona” e “Viserbella” e proseguiranno in sintonia con i lavori sui lungomari.

Dai cittadini apprezzamento per un intervento atteso da molti ma anche tante domande rivolte agli assessori, in particolare per quanto riguarda la gestione dei cantieri; sul tema dei varchi a mare, che non rientrano nei finanziamenti del Bando periferie, l’amministrazione ha confermato che la progettazione esecutiva è già pronta e che nei prossimi mesi si individueranno le risorse a copertura dell’intervento. Gli assessori infine hanno garantito che per tutta la durata dei cantieri i cittadini, famiglie e e operatori, potranno avere un rapporto costante con la direzione lavori del Comune e la giunta, con cadenza mensile, sarà presente sul territorio per confrontarsi con i cittadini e fare il punto dell’avanzamento dei cantieri.

Notizie correlate
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini