Indietro
menu
Appello al voto

Croatti (M5S): una campagna senza risorse ma con la forza delle idee

In foto: Marco Croatti in aula
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 24 gen 2020 18:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dal senatore del M5S Marco Croatti in chiusura di campagna elettorale arriva un appello al voto:  “il Movimento – ha detto – ha condotto una campagna elettorale dimostrando ancora una volta che è possibile fare buona politica senza risorse economiche, con la forza delle idee, presentando ai cittadini la propria idea di futuro per l’Emilia-Romagna che guarderà all’ambiente, alla sostenibilità, alla riconversione ecologica.”

Si conclude – scrive il Senatore – la campagna elettorale per le elezioni regionali in Emilia-Romagna. Domenica 26 seggi aperti dalle ore 7 alle ore 23. Il primo appello che vorrei rivolgere è quello di andare a votare. Alle precedenti regionali del 2014 l’affluenza alle urne fu bassissima. La percentuale fu inferiore al 38% un dato che rappresentò una sconfitta per tutti. La regione gestisce deleghe molto importanti per la vita dei cittadini ed è fondamentale che si tutti si esprimano su temi che guardano al futuro del proprio territorio“.
Il secondo appello di Croatti è quello al voto per il Movimento 5 Stelle e il suo candidato Presidente Simone Benini.
Il lavoro che in queste settimane hanno svolto Simone, i candidati e tutti gli attivisti del M5S – ha spiegato – è stato straordinario. Una attività sul territorio che ha marcato in modo inequivocabile la distanza del nostro MoVimento dalle coalizioni di centro destra e centro sinistra. Da una parte una proposta seria e costruttiva, dall’altra la campagna elettorale di partiti politici che si sono sfidati a colpi di slogan, di colpi bassi, di troppe promesse. Utilizzando montagne di soldi con cui, da settimane, bombardano social, quotidiani e le nostre cassette della posta. Il M5S ha condotto una campagna elettorale dimostrando ancora una volta che è possibile fare buona politica senza risorse economiche, con la forza delle idee, presentando ai cittadini la propria idea di futuro per l’Emilia-Romagna che guarderà all’ambiente, alla sostenibilità, alla riconversione ecologica.”

Un futuro – ha spiegato il senatore – senza inceneritori e senza trivelle con politiche urbanistiche e commerciali che arrestino le colate di cemento e l’espansione della GDO, che distrugge il tessuto commerciale dei centri storici e dei nostri comuni. Con politiche sempre più incisive sul taglio ai costi della politica e sulla lotta all’azzardo. Tutti temi che le altre forze politiche non affrontano perché troppo legate, in questa regione, a forti poteri economici ed industriali. Noi siamo diversi. La nostra regione ha bisogno di una forza politica che porti sui tavoli di lavoro questa idea di futuro“.

Notizie correlate