Indietro
menu
a Saludecio

Bracco denutrito e maltrattato salvato dai carabinieri

In foto: il bracco
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 30 gen 2020 10:36 ~ ultimo agg. 16:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.149
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Se ne stava impaurito dentro la cuccia logora e sporca. Nella mattinata di ieri, 29 gennaio, i Carabinieri di Saludecio sono riusciti a trarre in salvo dai maltrattamenti del proprio padrone un bellissimo esemplare di bracco tedesco.

Alcuni giorni fa i militari avevano notato a Saludecio, in un casolare in stato di abbandono, di proprietà di un 63enne, originario di Montegridolfo, una cuccia artigianale, malridotta e piena di terra, dal cui interno hanno scorto dei grossi occhi impauriti. I carabinieri. incuriositi, si sono avvicinati e hanno scoperto che in quella baracca vi era un giovane bracco tedesco,  con la coda mozzata, legato ad una piccola catena ed in un gravissimo stato di malnutrizione.

Gli uomini dell’Arma hanno provveduto a sfamare il piccolo “prigioniero” e a dissetarlo, constatato che l’acqua in cui beveva era anch’essa piena di terra e fango, solo dopo aver vinto le diffidenze del cane, vistosamente intimorito dalla presenza dell’uomo.

Ieri mattina si sono presentati nella casa del proprietario, in compagnia di personale sanitario specializzato e hanno provveduto a liberare l’animale e ad affidarlo alle cure del canile di Riccione, scoprendo inoltre che il padrone aveva proceduto in totale autonomia a somministrare all’animale vaccinazioni che richiedevano l’intervento di un veterinario, esercitando di fatto abusivamente la professione medica.

L’uomo è stato denunciato per maltrattamento di animali e detenzione di animali in condizioni contrarie alla loro natura.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione