Indietro
menu
Qualcosa cambierà

Mano tesa ai profughi siriani. Una raccolta fondi per sostenere l'APG XXIII

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 28 dic 2019 11:05 ~ ultimo agg. 6 gen 18:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una raccolta fondi online per sostenere l’attività che i volontari di Operazione Colomba dell’Associazione Papa Giovanni XXIII portano avanti nel campo profughi di Tel Abbas. A lanciarla è Arianna, una giovane di Riccione, che è tornata nel campo profughi per un esperienza di servizio di alcuni mesi dopo esserci stata già stata lo scorso anno. “Qualcosa cambia. E se non cambia, cambierà” è il titolo della raccolta fondi. Per contribuire, questo è il link: https://daicistai.apg23.org/campaign/qualcosa-cambia-e-se-non-cambia-cambiera/

Questo l’appello

Qui nel campo profughi di Tel Abbas, la porta della nostra tenda è sempre aperta. Ogni giorno tanti siriani mi raccontano le loro storie, le difficoltà che comporta essere rifugiati in Libano, le speranze che nutrono per la loro amata Siria. A volte noi volontari possiamo solo ascoltare, altre volte riusciamo a cambiare qualcosa. Ogni giorno che passo qui, sono sempre più convinta che la nostra presenza può fare la differenza, trasformare la violenza e il dolore in strade nuove di giustizia e pace per il futuro. Sono migliaia gli sfollati che ancora vivono nei campi profughi del nord del Libano, molti anche qui a Tel Abbas, insieme ai nostri volontari che con loro condividono la sofferenza ma anche la speranza. Sostienili per costruire insieme la pace.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO