sabato 7 dicembre 2019
menu
Rimini

Don Giuseppe: festa per i 40 anni da parroco a San Vito

In foto: don Giuseppe (foto di Europeo Gabrielli)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 2 dic 2019 13:39 ~ ultimo agg. 14:19
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

La comunità parrocchiale di San Vito in festa ieri per i 40 anni di Monsignor Giuseppe Celli alla guida della parrocchia. Un’assemblea molto numerosa ha partecipato alla messa, con cui si è ringraziato Dio per il don di don Giuseppe. Alla celebrazione è seguito un momento di festa sul sagrato della chiesa e il pranzo comunitario nei locali della parrocchia.

Divenuto sacerdote il 29 giugno del 1965, don Giuseppe è arrivato come cappellano a San Vito il 25 settembre 1978, per poi diventare parroco il primo dicembre 1979.

Le foto nella galleria sono state realizzate da Europeo Gabrielli.

 

Così lo ha ringraziato la comunità:

Oggi in questa prima domenica di avvento che da inizio al nuovo anno liturgico, siamo qui a ringraziare il Signore per quel tuo si e per il dono della tua presenza fra noi. Sei passato da tutte le case, non solo per dare la benedizione come ci aspettavamo, ma proprio per conoscerci uno ad uno, come un pastore che conosce uno ad uno i componenti del suo gregge. E hai chiesto di condividere un pranzo od una cena, proprio come si fa in una vera famiglia. Da allora abbiamo imparato a conoscerti e ad apprezzarti. Ti abbiamo ascoltato e ci hai fatto riflettere con le tue omelie durante le Celebrazioni Eucaristiche, ti abbiamo visto e ci sei stato vicino nei momenti del dolore e in quelli della gioia. Sei stato uguale con ciascuno di noi, anche con chi non è credente o cristiano. Ci hai dato conforto e consiglio. Hai svolto il tuo ruolo di custode del Vangelo facendoci incontrare il volto di Gesù rafforzando la nostra fede, la nostra speranza e la nostra carità.

Oggi festeggiamo insieme a te i tuoi quarantanni di presenza nella nostra comunità assicurandoti la nostra preghiera e il nostro costante impegno di collaborazione e rinnovare gli auguri più fervidi di tanta salute e serenità”.

Anche don Giuseppe ha voluto ringraziare Dio per il dono della comunità:

Padre santo, nel disegno della tua provvidenza mi hai chiamato a servire il tuo popolo come annunciatore del Vangelo e dispensatore dei santi misteri. Ravviva in me il dono dello Spirito, che mi è stato trasmesso mediante l’imposizione delle mani del vescovo, perché nella totale adesione alla tua volontà possa portare con gioia sempre più grande il peso e la grazia della missione ricevuta nell’imitazione di Cristo, sommo sacerdote. Fa’ di tutta la mia vita un’ offerta pura per il calice prezioso che hai posto nelle mie mani, per renderti grazie con l’assemblea dei fedeli e magnificare con Maria, vergine e madre, le meraviglie del tuo amore“.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna