sabato 14 dicembre 2019
menu
Confronto a Riccione

Orari musica, tavolo con le categorie. Raffaelli: presentino bozza condivisa

In foto: Elena Raffaelli
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 11 ott 2019 16:12 ~ ultimo agg. 12 ott 16:21
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

L’amministrazione comunale di Riccione conferma la disponibilità a mettere mano al Regolamento della musica per i pubblici esercizi. Venerdì mattina gli assessori alle attività economiche Elena Raffaelli e al turismo Stefano Caldari hanno incontrato le associazioni di categoria e i comitati al Palazzo del Turismo.

Dalla prossima estate, probabilmente, la musica nei locali riccionesi si spegnerà più tardi. Dopo un primo incontro la scorsa settimana nel quale l’assessore Elena Raffaelli aveva manifestato alle categorie la disponibilità ad una diversa regolamentazione degli orari “dopo il primo – aveva specificato – e per noi obbligato periodo di revisione”, è arrivata la notizia dell’apertura di un tavolo ad hoc. L’amministrazione non ha proposto al momento alcun nuovo regolamento, precisa l’assessore, ma ha messo tutto nelle mani delle Associazioni di categoria chiamate a presentare una bozza condivisa che poi il comune valuterà e sulla quale si lavorerà insieme. Questo lo scopo del tavolo. Proprio le categorie sono da tempo molto critiche sul giro di vite che Riccione ha imposto alla musica: mezzanotte e mezza per i locali sul mare nei giorni feriali con deroga a l’una nei festivi mentre al Marano stop a l’una e trenta con allungamento di un’ora nei festivi. A sedersi al tavolo con gli assessori Elena Raffaelli e Stefano Caldari sono Confcommercio, Cna, Confesercenti, Confartigianato, Federalberghi e Cooperativa Bagnini: tutti d’accordo sul fatto che lo stop anticipato della musica abbia allontanato il turismo giovanile dalla Perla Verde ma anche sulla necessità di ragionare in maniera più ampia insieme all’amministrazione sulle strategie turistiche della città. Su quest’ultimo aspetto sarà convocato un altro tavolo tematico, hanno spiegato gli assessori, con l’obiettivo di delineare un quadro di riferimento sulle principali linee d’azione da intraprendere sul versante turistico.

 

Un incontro proficuo – commenta il capogruppo della Lega Andrea Bedinanato col preciso obiettivo di arrivare alla modifica condivisa di un nuovo regolamento sugli orari della musica poi virato sul tema della sviluppo di una strategia complessiva”.  “Certo, mi sarei aspettato di poter raccogliere proposte a riguardo – continua Bedina – perché la modifica dello strumento del regolamento rappresenta un primo passo operativo per dare almeno una certezza ai tanti operatori, che, nel corso dell’estate, a più riprese, ci hanno sollecitato sul tema. I nostri assessori hanno colto, nel corso dell’incontro , l’esigenza delle associazioni di potersi confrontare con l’amministrazione sul tema ben più ampio di una programmazione di sviluppo della città, a lungo termine, proponendo l’istituzione di un metodo di lavoro che prevede la creazione di tavoli di lavoro: uno per il confronto della strategia di sviluppo l’altro, più operativo, sulla revisione dei regolamenti. Ho apprezzato questo momento di confronto segno di dinamismo e vivacità che vuole vedere associazioni e operatori sempre più protagonisti nel delineare la Riccione del futuro”.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna