domenica 15 settembre 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 10 set 2019 13:10 ~ ultimo agg. 16:27
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

“Blinded by the light” (brano del primo disco del boss del 1973) è  il titolo dei Glory days in Rimini 2019, la manifestazione dedicata a Bruce Springsteen e alla sua musica promossa dall’associazione Nebraska. La 21esima edizione della manifestazione si svolgerà a Rimini dal 12 al 15 settembre. Ospite speciale sarà Vini “Mad Dog” Lopez, primo batterista della E Street Band. Previsti ospiti internazionali ma anche locali (ultimo nome annunciato, Federico Mecozzi). In programma incontri, concerti e set acustici in diverse location cittadine.

www.glorydaysinrimini.net

La sintesi del programma:

L’evento più famoso d’Europa dedicato ai fans di Bruce Springsteen avrà come ospite speciale Vini “Mad Dog” Lopez, membro ufficiale della Rock and Roll Hall of fame, primo batterista della E Street Band, colui che ha inciso canzoni come Rosalita, Growin’ up, Kitty’s back, Lost in the flood.

Sabato tra i protagonisti anche Michael McDermott lo straordinario cantautore di Chicago che fin dal suo esordio nel 1991 affascinò Stephen King e che negli anni si è confermato come un autore ed un interprete come pochi ce ne sono in giro. Leonardo Colombati, giornalista, scrittore e grande appassionato di Bruce e Beatles, sarà protagonista sabato pomeriggio dell’attesa intervista-chiacchierata con Vini Lopez, che riserverà sorprese, aneddoti e storie inedite.

Dalla Svezia arriveranno i folksingers Hans Ludvigsson e Peter Hogklint, un incrocio di bluesmen “Fra la via Emilia e il West” come Mauro Ferrarese e Johnny La Rosa, Luca McMirti, Diego Mercuri, Daniele Tenca, Dave Orlando, John Strada, Carlo Ozzella, il duo riminese Miscellanea Beat, un omaggio a Western Stars con band coadiuvata dal Quartetto d’archi Eos, un omaggio ai 35 anni di Born in the Usa, alcuni ospiti giovanissimi come Leo Meconi, lo scrittore Gianluca Morozzi e altri musicisti come Michele Tani, Antonio Zirilli, Gary Hudson, Alessandro Salvioli, Renato Tammi, Raffaelle Pastore, Lorenzo Semprini ed infine, ultimo nome ad essere annunciato, il violinista Federico Mecozzi.

Il Kick-off del 12 settembre sarà una serata di “Spirits in the night” tra jam, storytelling, canzoni  sul palco de Il Giardino, sul lungomare di Rimini. Sul palco Vini Lopez (anche in vesti di cantante), Hans Ludvigsson, Peter Hogklint, Michele Tani (Nashville & Backbones) e Lorenzo Semprini  con Beppe Ardito (Miami & the Groovers).

Venerdì 13 Settembre:il primo appuntamento è alle h 13 con la straordinaria voce di Dave Orlando, presso il Cage Club al primo piano dell’Art Hotel Admiral.

Alle 19 nel chiostro del teatro degli Atti Johnny La Rosa, coadiuvato da Niki Milazzo alle chitarre, proporrà un sound tra soul, r&b, rock, blues tra brani originali e cover.

Dalle 20,30  all’interno del Teatro degli Atti  un doppio concerto inedito: Mauro Ferrarese, uno degli esponenti più apprezzati del blues italico, proporrà “Bruce in Blues” con vari ospiti, un set di rivisitazioni davvero sorprendenti. A seguire un omaggio alle canzoni di Western Stars (ultimo album di Springsteen uscito a Giugno) con Daniele Tenca, Hans Ludvigsson e il Quartetto d’archi Eos, oltre alla Western Stars Band.

Sabato 14 Settembre: sarà la giornata principale e più densa di appuntamenti dell’edizione numero 21.Si parte al mattino dalle 11,30 sul lungomare di Rimini al Bounty Pub con un set di  “songwriters by the sea” davvero interessanti: Luca McMirti, alla seconda presenza ai Glory days, con il suo album “Songs from the rain”, due giovani cantautori come Diego Mercuri e Leo Meconi (pupillo di Dodi Battaglia), il sanguigno John Strada, folk rocker allo stato puro. Opening act affidato alla coppia scandinava Hans Ludvigsson-Peter Hogklint. Nel pomeriggio dalle h 16,30 i Glory days avranno l’enorme piacere di ospitare un incontro intervista tra Vini Lopez e Leonardo Colombati, che riserverà sorprese, sorrisi ed emozioni, con la possibilità per il pubblico di intervenire con domande e curiosità. Inoltre  Francesco Coli autore del primo libro in italiano su Bruce, e l’autore Gianluca Morozzi a 15 anni dalla pubblicazione di  “Accecati dalla luce” parleranno di come è cambiato negli anni il concetto di “fan”. A seguire, sempre nel complesso degli Agostiniani in centro storico, “Burning down the road” un omaggio musicale ai 35 anni dell’album “Born in the Usa” con vari artisti tra cui Lorenzo Semprini, Alessandro Salvioli, Ceare Carugi, Carlo Ozzella, John Strada, Leo Meconi, Luca McMirti, Raffaele Pastore, Antonio Zirilli. Il Sabato si concluderà nella Corte degli Agostiniani con “Blinded by the light: the early songs” un concerto che rivisiterà il primo periodo della carriera di Springsteen dagli Steel Mill ai primi due album, con una band elettrica capitanata da Vini Lopez che accompagnerà vari interpreti per uno show unico. In apertura Michael McDermott, accompagnato dal chitarrista della Treves Blues Band Alex Gariazzo, per un set acustico in cui le parole, la voce, l’anima dell’artista di Chicago saliranno alla ribalta, come solo lui e pochi altri sanno fare.

Domenica 15 Settembre si svolgerà quest’anno al Rose & Crown il primo pub in Italia nato nel 1964: il brunch/pranzo con inizio alle 11,30 e che verrà accompagnato da un doppio set acustico: “Every song handwritten” con Carlo Ozzella e “From the Beatles to the 80’s”  con i Miscellanea Beat ovvero Massimo Marches e Gionata Costa, due dei musicisti più talentuosi ed eclettici che abbiano partecipato ai Glory. L’evento è  organizzato dall’Associazione Nebraska con la collaborazione del Comune di Rimini.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Simona Mulazzani
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna