sabato 20 luglio 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 2.216 visite
sab 22 giu 2019 19:29
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 2.216
Print Friendly, PDF & Email

La polizia locale di Riccione, Misanio Adriatico e Coriano è riuscita a smascherare una truffa ai danni di due automobilisti che avevano affidato la propria auto ad un conoscente che si era offerto di riparargliela ad una cifra irrisoria. Grazie agli strumenti tecnologici per verificare in tempo reale i dati dei veicoli in circolazione, un pattuglia della polizia locale mentre si trovava nel territorio di Misano Adriatico, ha fermato un uomo di mezza età, che risultava essere alla guida di un veicolo privo di assicurazione obbligatoria e con un certificato non valido. A suo dire, il mezzo gli era stato prestato da un conoscente. Il proprietario però aveva sospeso l’assicurazione a seguito di denuncia per appropriazione indebita. 

Tramite i sistemi informatici si è scoperto che vi era anche un secondo veicolo che era stato sottratto a un parente del proprietario. La chiave del raggiro messo in atto dall’uomo era quello di farsi affidare le auto con la promessa di lavori di riparazione a prezzi vantaggiosi. La prima vettura veniva utilizzata dall’uomo per fini propri, mentre per l’altra aveva già provveduto a rimuovere le targhe per radiarla ed esportarla presumibilmente all’estero. “Grazie alla tecnologia – spiega la polizia locale – siamo riusciti a restituire i veicoli ai legittimi proprietari. Diffidate sempre da chi vi offre riparazioni a cifre irrisorie”.

Notizie correlate
Una questione delicata

Legge o coscienza?

di Andrea Turchini   
di Icaro Sport   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna