venerdì 19 aprile 2019
In foto: Wallaby, mamma e cucciolo
di Redazione   
lettura: 2 minuti
mar 2 apr 2019 16:47 ~ ultimo agg. 16:51
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

In attesa dell’apertura, in programma il 6 aprile, il parco Oltremare di Riccione festeggia un nuovo arrivo. Si tratta di un cucciolo di Wallaby, marsupiale simile al canguro ma di dimensioni più contenute.

Fiocco azzurro al parco Oltremare di Riccione dove si allarga la famiglia dei wallaby dal collo rosso. Un arrivo inaspettato anche per lo staff colto di sorpresa dallo sbucare della testolina dal marsupio di mamma Magda, a fine gennaio. Le femmine della specie infatti non mostrano il caratteristico pancione. I piccoli wallaby vengono al mondo piccolissimi, e, dopo la nascita, si arrampicano da soli fino al marsupio della madre, dove è situato il capezzolo. Solo dopo una sessantina di giorni iniziano a mettere la testina fuori dal marsupio che lasceranno dopo altri tre mesi. Ma non definitivamente, visto che per tutto il primo anno di vita continueranno a entrarvi in cerca di protezione.

Magda in questi giorni si gode il suo cucciolo e gioca con lui. E il nuovo arrivato, dal canto suo, inizia ad imitare le abitudini della mamma sporgendosi dal marsupio per cibarsi di radicchio, prezzemolo e carote. Alimenti necessari per poter spiccare tra poco i suoi primi salti.

I wallaby

I wallaby sono marsupiali della famiglia Macropodidae, nativi dell’Oceania centrale e meridionale. Quelli presenti a Oltremare sono tutti nati in ambiente controllato in Europa.
Le loro dimensioni, inferiori a quelle dei canguri, raggiungono massimo 90 centimetri d’altezza e un peso di 20 kg. Possiedono 4 zampe, con quelle posteriori, grandi e robuste, si spostano con la tipica andatura a salti. Le zampe anteriori sono molto più piccole e terminano con cinque dita, munite di unghie. La coda, lunga e spessa, viene utilizzata per mantenere l’equilibrio quando l’animale si muove saltando o camminando. Hanno testa piccola e orecchie grandi e mobili. Sono erbivori, anche se alcune specie possono anche essere onnivore. La loro dieta è ricca di fibre e non particolarmente proteica.

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna