Indietro
menu
Dopo il tentato suicidio

E' ancora grave in ospedale Michele Castaldo

In foto: l'ospedale di Ferrara
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 9 mar 2019 14:25 ~ ultimo agg. 16:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Rimangono gravi le condizioni di Michele Castaldo, il 57enne reo confesso dell’omicidio della ex compagna Olga Matei avvenuto nell’ottobre 2016 a Riccione. E’ costantemente sottoposto a terapie, riferisce l’Ansa. L’uomo, che ha tentato il suicidio in carcere a Ferrara ingerendo dei farmaci, è ricoverato in coma nel reparto di rianimazione dell’ospedale estense.
Il tentativo di suicidio risale a lunedì. Al suo legale aveva mandato una lettera parlando del peso del clamore mediatico che sentiva negli ultimi giorni, dopo la notizia della riduzione della sua pena da 30 a 16 anni con il riconoscimento delle attenuanti tra le quali quella che ha fatto più discutere era il riconoscimento di una “tempesta emotiva” causata dalla gelosia.