Indietro
menu
Le possibilità offerte

Il Tecnopolo di Rimini nell’ecosistema regionale dell’innovazione


Contenuto Sponsorizzato
In foto: la presentazione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 21 dic 2018 08:34 ~ ultimo agg. 23 set 16:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le possibilità offerte dal Tecnopolo di Rimini, infrastruttura a sostegno delle imprese, presentate lo scorso 5 dicembre

Si è tenuta lo scorso 5 dicembre, nella Sala Marvelli della Provincia di Rimini l’ultima tappa del Roadshow dell’innovazione, il tour organizzato dalla Regione Emilia-Romagna per presentare ad amministratori e referenti locali le opportunità e i servizi messi a disposizione per sostenere la ricerca e l’innovazione delle imprese.
Un viaggio, quello promosso dalla Regione Emilia Romagna, in collaborazione con Aster, la società della Regione per la ricerca e innovazione, nato con l’intento di raccontare e promuovere l’insieme delle opportunità per imprese e persone che già esistono sui territori e che vengono raccolti nel nome di “ecosistema dell’innovazione regionale”: un sistema strutturato di reti, luoghi, strumenti e servizi.
L’evento dello scorso 5 dicembre, organizzato anche in collaborazione con Università di Bologna e Uni.Rimini, ente gestore del Tecnopolo riminese ha visto la partecipazione dell’assessore all’innovazione del Comune di Rimini Eugenia Rossi di Schio, della dottoressa Marina Silverii (direttrice di Aster), del dottor Roberto Righetti (Ervet), del professor Sergio Brasini (Presidente del Consiglio Campus di Rimini), del direttore di Uni.Rimini, il dottor Lorenzo Succi e dei professori Vincenza Andrisano e Fabrizio Passarini (Unibo).

Tra il pubblico, attento ed interessato, imprenditori e rappresentanti di associazioni di categoria che hanno portato le loro testimonianze, ed espresso il loro apprezzamento per le opportunità che i Tecnopoli possono offrire.
Il Tecnopolo di Rimini ospita due Centri Interdipartimentali di Ricerca Industriale dell’Università di Bologna (CIRI), accreditati presso la rete alta tecnologia dell’Emilia Romagna: il CIRI Frame (Fonti Rinnovabili, Ambiente, Mare e Energia) e il CIRI MAM (Meccanica Avanzata e Materiali. Inoltre funge da Hub di collegamento con gli altri CIRI della Regione e con l’offerta di innovazione degli altri Tecnopoli e la Rete Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna.
I Tecnopoli, mettendo a disposizione laboratori, servizi, competenze ed attrezzature, rappresentano un’offerta ricca e variegata in grado di orientare imprese, startup e supportarne i progetti e le idee innovative. Raccontare questo ecosistema a chi ne potrebbe sfruttare i vantaggi è stato il focus di questo incontro.
Al termine si è svolta una visita guidata al Tecnopolo riminese che si trova in via Dario Campana, nell’area dell’ex Macello.

Notizie correlate
di Redazione