domenica 20 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
sab 3 nov 2018 11:01 ~ ultimo agg. 13:42
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Già 125mila casi in Italia e 5 milioni stimati per il prossimo inverno. L’influenza inizia già a colpire (ma il picco è atteso per dicembre) e, puntuali, dalla prossima settimana partiranno le vaccinazioni. Principali destinatari sono gli over 65, le persone di ogni età affette da patologie croniche debilitanti e le donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza (più vulnerabili e a rischio di manifestare forme gravi). Importante anche la vaccinazione degli operatori sanitari. L’influenza spesso è una malattia sottovalutata: nella stagione 2017/18 sono state circa 681.400 le persone colpite (tra cui 82 mila bambini sotto i 4 anni) in Emilia-Romagna, il 15,3% dei residenti, e i casi gravi sono stati 135 con 48 decessi. In tutta la Regione lo scorso anno i vaccinati tra gli over 65 furono il 53,3%, in lieve aumento rispetto all’anno precedente, ma molto distanti dai picchi che si toccavano fino al 2010 quando si arrivava al 73/74%. Più basse le percentuali in Romagna: appena il 50,6% nel 2017/18. L’obiettivo posto a livello nazionale è il 75%. La somministrazione dei vaccini inizierà il 5 novembre: in Romagna sono state distribuite 186.550 dosi, 46.820 in provincia di Rimini. Si tratta, comunque, solo della prima fornitura. A somministrare il vaccino sono i medici e i pediatri di famiglia e i servizi vaccinali delle Aziende Sanitarie. Quest’anno tutti i 65enni potranno vaccinarsi gratuitamente anche contro l’Herpes Zoster, il cosiddetto “fuoco di Sant’Antonio”, mentre per quanto riguarda il vaccino anti-pneumococco sono in corso di spedizione le lettere indirizzate ai nati nel 1953 con invito a recarsi per la vaccinazione presso gli ambulatori dai medici di famiglia.

Lo spot video della Regione

 

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna