Indietro
menu
Attualità Rimini

Salvataggio. Anche la CGIL chiede invano allungamento del servizio

In foto: repertorio
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 10 set 2018 14:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche la Cgil di Rimini è scesa in campo per chiedere che venga allungato il servizio di salvamento sulle spiagge riminesi, ma dai comuni nessuna risposta positiva. “Abbiamo chiesto – spiega il sindacato – che i Comuni convocassero i tavoli preposti a valutare l’allungamento del servizio di salvamento obbligatorio sulle spiagge. Questo tema però è un tabù a quanto pare: o il tavolo lo richiedono le associazioni dei bagnini o non se ne parla proprio. Del resto, la politica, sul merito della questione, ha evidenziato un silenzio assordante e trasversale. Come se esistesse già un partito dei bagnini, che parte da destra ed arriva a sinistra.

Ne prendiamo amaramente atto: su queste concessioni demaniali gli interessi particolari appaiono prevalere su quelli generali. Il cielo promette una settimana di bel tempo e le scuole sono ancora chiuse, ma non c’è meteo o calendario scolastico che tenga: una settimana in più di lavoro per i Marinai di Salvataggio costa troppo. Noi diciamo che un servizio pubblico essenziale preposto a mettere in campo le migliori professionalità per salvare vite umane non costa mai troppo. Da oggi al 16 settembre si salvi chi può.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Andrea Polazzi