lunedì 21 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
lun 17 set 2018 13:18 ~ ultimo agg. 18 set 12:35
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Tempo di bilanci per il Nucleo Antiabusivismo commerciale della polizia municipale di Rimini. Da maggio al 16 settembre sono stati 888 i rinvenimenti di merce (erano stati 718 nel 2017) e 1.032 i sequestri amministrativi (erano stati 1.055). Un trend in linea con quello degli ultimi anni. Notevole la riduzione della merce con marchio contraffatto: solo 25 i sequestri penali, contro i 198 del 2015. I pochi venditori irregolari che propongono borse, vestiti e scarpe con marchi falsi di note griffe si sono concentrati nel mese di agosto. A tre anni dall’avvio della nuova strategia, l’amministrazione si dice soddisfatta dei risultati che hanno portato ad un ridimensionato del fenomeno sulle spiagge, a detta degli stessi operatori balneari. Episodi di venditori stanziali (i cosiddetti mercatini sull’arenile), nella stagione appena conclusa sono stati segnalati solo nella zona nord della costa riminese e hanno visto l’intervento degli agenti. Circoscritta anche la presenza di venditori itineranti.
Ci siamo definitivamente lasciati alle spalle la fase più critica – sottolinea l’assessore alla Polizia Muncipale Jamil Sadegholvaad – e ora stiamo contenendo un fenomeno non più così invasivo e impattante come una volta”.

Tipo Attività 2013 2014 2015 2016 2017 2018
Rinvenimenti di merce 115 406 653 660 718 888
Sequestri amministrativi (1+2) 197 798 823 974 1055 1032

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna