Indietro
menu
Attualità Rimini

Lutto nello sport riminese per la morte di Roberto Gamberini

In foto: Roberto Gamberini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 22 nov 2017 12:13 ~ ultimo agg. 12:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 2.326
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è spento ieri a 69 anni, dopo lunga malattia Roberto Gamberini. Personalità molto nota in ambito sportivo Gamberini è stato direttore del Garden Sporting Center e dell’Arci-Uisp.

E’ stato poi a lungo titolare di Turisport, società impegnata nell’organizzazione di eventi sportivi. Era stato anche consigliere comunale negli anni 70.

Le esequie si terranno domani alle 15 nella chiesa di San Gaudenzo in piazza Mazzini.

“Roberto Gamberini – scrive in una nota l’amministrazione – ha saputo interpretare come pochi altri lo spirito nuovo del ben-essere. Grazie alla sensibilità e alle conoscenze maturate in decenni di esperienza, prima come dirigente dell’ARCI/UISP poi come direttore del Garden Sporting Center e infine con la sua agenzia Turisport. Un’esperienza che lo ha spinto nella ricerca di un punto di equilibrio sempre più alto tra corpo e mente, tra materia e spirito. Da qui sono nati alcuni progetti straordinari come le spiagge del benessere, le meditazioni in barca al sorgere del sole e nelle notti di luna. Iniziative che hanno fatto da battistrada e riferimento ad un modo nuovo e originale di intendere la vacanza coerente con stili di vita consapevoli e attenti a se stessi, all’ambiente e agli altri. Sulla strada aperta da Roberto sono, poi, andati in molti, fino quasi a far diventare senso comune quel modo nuovo e originale di vivere la vacanza. Da qui nasce anche Link e le tante iniziative editoriali che, capaci di accompagnare riminesi e turisti alla scoperta della Rimini più autentica e a volte un poco nascosta,  hanno contribuito nella conoscenza del nostro territorio e della sua ricchezza. L’Amministrazione comunale lo ricorda con affetto stringendosi alla famiglia, al figlio Cristiano, alla moglie Donatella con i figli Lucrezia e Matteo e, alle sorelle Angela, Grazia, Rosabianca, Agnese, Teresa, Pia e ai familiari tutti”.

 

Notizie correlate
di Redazione