Indietro
menu
Attualità Coriano

Descrizione della realtà o ricerca di audience? La Spinelli sull'intervento della Fierro

In foto: il sindaco Spinelli e le altre amministratrici alla marcia di sabato
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 28 nov 2017 15:29 ~ ultimo agg. 15:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Frasi di situazioni realmente accadute riportate per creare un effetto “pugno nello stomaco” in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne. Ma che non a tutti sono piaciute. In merito alle dichiarazioni trasmesse alla stampa dalla consigliera provinciale di parità Carmelina Fierro (vedi notizia), si è trattato di un linguaggio troppo crudo, almeno secondo il sindaco di Coriano Domenica Spinelli che riporta anche lamentele ricevute da altre persone. La Spinelli scrive al presidente della Provincia Gnassi (e per conoscenza all’interessata) per esprimere disappunto.


Presidente  Andrea Gnassi,

sono a scriverle per manifestare il mio disappunto rispetto al comunicato apparso il 23 novembre sui mezzi di informazione nel quale la Consigliera di Parità  Carmelina Fierro pone l’attenzione sul tema violenza contro le donne riportando frasi crude, frutto  di  confessioni di vittime di violenza.

Ho ricevuto, in quanto sindaco, donna  e madre di una minorenne, moltissime telefonate di donne disgustate e preoccupate circa il linguaggio utilizzato nel comunicato in oggetto. Riportare queste frasi ha voluto, di fatto, umiliare per una seconda volta le donne che subiscono violenza e nello stesso tempo si è lanciato un messaggio sbagliato verso i giovani minorenni che sono abituati a leggere i social.

La violenza si combatte, a mio parere, con una cultura al rispetto, si combatte con azioni concrete. La violenza è un tema troppo complesso per lasciarlo solo nelle mani di chi fa politica, la condanna è doverosa ma non sufficiente

Prendo le distanze dal comunicato, un comunicato che in realtà mette sul podio l’uomo violento e umilia ancora di più la donna. Se per porre l’attenzione su questo problema, la Consigliera pensa di “creare audience” con l’utilizzo di linguaggio deprecabile, allora credo che di lavoro se ne debba fare ancora tanto.

Vorrei ricordare che quando si rappresenta un Ente, come in questo caso la Provincia, sarebbe opportuno magari confrontarsi con chi fa parte a livello istituzionale della stessa.

Cordiali saluti

Notizie correlate
di Serena Saporito   
VIDEO
di Redazione