mercoledì 23 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 2 minuti 1.509 visite
sab 13 mag 2017 15:29 ~ ultimo agg. 14 mag 17:40
Print Friendly, PDF & Email
2 min 1.509
Print Friendly, PDF & Email

Un contratto firmato dai rappresentanti delle sei liste della coalizione per promettere lealtà e, in caso di disaccordi in corso d’opera, impegnarsi ad andarsene e lasciare il posto ad altri. Questo il colpo di teatro in coda alla conferenza di presentazione del programma di Renata Tosi questa mattina davanti ai propri sostenitori al bar Sombrero in piazzale Roma. Un contratto, è stato spiegato, che serve a tutelare anche i cittadini (un patto per la città) e a scongiurare episodi come quello che hanno portato proprio nel febbraio scorso al commissariamento. Evidentemente la sfiducia arrivata col contributo di chi faceva parte della squadra di Governo brucia ancora. “Oggi – spiega la Tosi – sigliamo un patto davanti alla città in maniera chiara e inequivocabile. Ciascun capogruppo delle liste che mi accompagneranno in questa corsa al rilancio della città, ha sancito nero su bianco con la propria firma l’impegno a sostenere per tutta la durata del mandato lealtà al programma elettorale e quindi all’operato dell’amministrazione. Impegno che, se verrà a meno, si concluderà con le dimissioni dalla carica di consigliere comunale”.

foto con liste

Per quanto riguarda il programma, intorno al tavolo hanno preso parola i vari rappresentanti di lista toccando ognuno i temi di competenza: Caldari di Noi Riccionesi ha parlato di turismo (“basta parlare di destagionalizzazione, Riccione è città turistica 365 giorni l’anno) e la Tosi si è presa l’impegno di ridestinare al settore tutti proventi della tassa di soggiorno e di creare un assessorato che se ne occupi a 360 gradi (compresi eventi, sport e cultura); Dionigi Palazzi di Forza Italia si è soffermato sulle imprese e sull’intenzione di organizzare uno staffa dedicato per snellire le procedure burocratiche; la Colombo di Fratelli d’Italia ha parlato di sociale e scuole (si proseguirà, ha detto, con la politica di riduzione delle rette e non ci saranno privatizzazioni ma stabilizzazioni del personale); Lombardini del Popolo della Famiglia è intervenuto sulle priorità da mettere in campo per sostenere i nuclei famigliari; la Raffaelli della Lega ha puntato invece sulla valorizzazione dei quartieri e sulla sicurezza declinata sia dal punto di vista sociale che del patrimonio pubblico come strade e scuole.

Ultima a parlare Renata Tosi che ha sottolineato come la coalizione metta in campo ben 135 persone e ha messo in fila le priorità dei primi giorni, in caso di rielezione: le prime delibere di giunta punteranno a salvare la stagione 2017 con l’ampliamento del contratto con radio DJ e non solo perché si lavorerà già anche sul Natale. Prioritario anche mettere sul piatto la riqualificazione del Savioli (“il progetto c’è già” ha detto) e il masterplan sui campeggi ma anche costituire un tavolo per ridisegnare tre nuove piazze lungo l’asse commerciale di viale Dante: dal porto, a piazzale del turismo fino a viale Ceccarini. Uno degli obiettivi sarà anche quello di far diventare Riccione tappa di crociere e già, ha rivelato la candidata, con Costa ci sono stati dei positivi contatti. In chiusura, come detto, la firma del “contratto.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna