Indietro
menu
Politica Valconca

Unione Valconca. Il consigliere Scala propone sistemi di videosorveglianza mobili per la Polizia Municipale

In foto: Il cartello di area videosorvegliata
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 4 lug 2016 10:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sistemi di videosorveglianza mobili in dotazione alla Polizia Municipale. È la proposta, rivolta all’Unione Valconca, del consigliere comunale della Lista Civica San Clemente Alfonso Scala, secondo il quale tale forma di controllo del territorio, visti i recenti e continui episodi vandalici e di inciviltà, ma anche il ritrovamento di siringhe nei pressi di parchi, non appare più rinviabile.

Le postazioni mobili, a differenza di quelle fisse – spiega Scala in una nota -, potrebbero essere attivate “a rotazione” su tutto il territorio della Valconca, ai fini della lotta contro l’abbandono incontrollato di rifiuti, la formazione di situazioni di degrado ambientale, ma anche in ambito di sicurezza urbana, traffico e protezione civile, nel pieno rispetto delle norme che regolano la privacy e la tutela dei dati sensibili.

Questa tecnologia – conclude Scala – è l’unica che permetterebbe un efficace intervento di prevenzione e controllo del territorio.

 
Notizie correlate
di Redazione