Indietro
menu
Attualità Provincia

In provincia accolti 700 profughi, 450 nel capoluogo

In foto: repertorio
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 29 gen 2016 13:43 ~ ultimo agg. 30 gen 12:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Circa 700 i profughi che a dicembre 2015 erano ospitati in provincia. 450, tra cui 60 minori, nel comune capoluogo, che copre più del 60% delle richieste. I dati sono stati forniti questa mattina dal vicesindaco Gloria Lisi nel suo intervento al convegno “Accogliere nell’emergenza ieri e oggi” per i 70 anni del Ceis.

E in tema di accoglienza l’altro dato su cui ha voluto riflettere il vice sindaco è stato quello degli immigrati presenti a Rimini: circa 33.600. Gli arrivi sono diminuiti, alcuni flussi, come quello dal Nord Africa sono diventati di segno negativo, mentre si consolida l’ingresso dai paesi dell’est Europa. Il saldo migratorio è prossimo allo 0, e la percentuale di crescita della popolazione straniera è legata per il 70% ai nuovi nati. Bambini che diventano poi il volano di integrazione per le loro famiglie.

Gli stranieri rappresentano il 12,5% dei residenti, mentre tra i nuovi nati del 2014 gli stranieri sono il 20,3%. Sono 1.550 i bambini che frequentano le scuole riminesi, poco meno del 10% dell’intera popolazione scolastica. Di qui, ha spiegato la Lisi, la necessità di spostare l’attenzione dalla semplice accoglienza alla cittadinanza. Sono state 400 le famiglie coinvolte dal comune nel progetto di cittadinanza onoraria per stimolare il dibattito sul diritto alla cittadinanza per chi nasce in Italia.

Notizie correlate
di Redazione