Indietro
menu
Rimini Vita della Chiesa

Giubileo. Domenica il Vescovo a pranzo in Caritas dove aprirà la Porta Santa

In foto: Il Vescovo Lambiasi all'apertura della porta santa della Basilica Cattedrale
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 17 dic 2015 17:34 ~ ultimo agg. 18 dic 15:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per il giubileo, a Rimini domenica 20 dicembre, si apre la porta Porta Santa dei Santuari: quelli della devozione popolare e quelli della Carità.

Il Vescovo, dopo aver condiviso il Pranzo di Natale alle ore 12.30 con gli ospiti della Mensa della Caritas diocesana, aprirà simbolicamente alle ore 13 circa la porta centrale della Caritas di via Madonna della Scala, richiamando come ogni giorno poveri e volontari hanno la possibilità di fare esperienza di fraternità, cioè di misericordia e di condivisione. Similmente potrà avvenire alla Mensa dei Cappuccini a Santo Spirito, presso la Comunità di Montetauro, alla Casa “Madonna del perdono” e al Pronto Soccorso sociale di S. Aquilina.

La Comunità è una famiglia raccolta dal Vangelo. Per questo a Natale, quando in tutto il mondo le famiglie si riuniscono attorno alla tavola, la Caritas fa festa con i poveri, che sono la nostra famiglia i e i nostri amici. Proprio in questo giorno in cui Gesù nasce povero per la salvezza del mondo, la Caritas desidera ritrovarsi insieme come una grande famiglia, dove tutti si possano sentire a casa loro.

Il Natale è un po’ un miracolo: è il miracolo dei volti sorridenti di tante persone oppresse dalla fatica della vita, è il miracolo di scoprirsi utili di tanti a cui non manca nulla ma che hanno perso il senso profondo della festa. Ma è anche il miracolo di risorse che sembrano non esserci e che invece si possono mobilitare, coinvolgendo attorno al Natale chiunque voglia fare qualcosa, anche un piccolo gesto per gli altri, almeno una volta l’anno. Miracolo è anche il fatto che credenti di tutte le religioni possano trovare un posto in questa festa: servire ed essere serviti in un movimento di cuori che credono nella salvezza del mondo attraverso la fede, la pace, la concordia tra gli uomini.

Domenica 20 dicembre, alle ore 17, alla Mostra dei Presepi dal Mondo, sala dell’Arengo Piazza Cavour
Concerto della Banda Giovanile Musicale “città di Rimini”.
La Banda giovanile musicale città di Rimini è formata da circa 60 ragazzi e ragazza dai 8 ai 15 anni che frequentano la scuola di Musica per Banda. Ha debuttato il 12 ottobre 2013 al Teatro Novelli. Da allora si è esibita in numerose occasioni, riscuotendo sempre simpatia e successo.
La Banda Giovanile è diretta dal Maestro Renzo Angelini.

“Santuari della carità”
In riferimento alle opere di misericordia, richiamate dalla Bolla di indizione del Giubileo Misericordiae Vultus, il Vescovo Lambiasi ha proposto nella Diocesi di Rimini oltre alla Mensa della Caritas diocesana anche alcuni “santuari della carità”:
– Mensa di Sant’Antonio (Padri Cappuccini di Santo Spirito)
– Casa del Perdono (ass. Papa Giovanni XXIII)- Pronto soccorso sociale di Sant’Aquilina (ass. Papa Giovanni XXIII)
– Comunità di Montetauro.

“Naturalmente – ha illustrato il Vescovo ai sacerdoti nella Lettera di indizione – è solo un elenco indicativo, perché ogni gesto di carità, di misericordia, di servizio, rientra nello spirito del Giubileo”. Per tutto il periodo del Giubileo, ai sacerdoti diocesani e religiosi, è concessa l’autorizzazione ad assolvere i penitenti anche dai casi riservati al Vescovo e ai suoi penitenzieri, come per esempio l’aborto. “Invito tutti – conclude mons. Lambiasi – a fare di quest’Anno giubilare una straordinaria occasione di grazia, tanto più attesa e preziosa per la nostra Diocesi che vuol ravvivare in ogni fedele e in ogni comunità la gioia della fede e il fuoco della missione”.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani