Indietro
mercoledì 25 novembre 2020
menu
Coriano Eventi

Salta la Karatella Race. Organizzatori: anno di pausa, servono risorse

di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 19 ago 2014 11:21 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Gli organizzatori spiegano che nel tempo l’evento si è trasformato da iniziativa amatoriale a manifestazione vera e propria inserita nel calendario di appuntamenti collaterali al motomondiale di Misano.
E questo ha comportato un impegno sempre maggiore (100 i volontari lo scorso anno). “Ma la voglia di mettersi in gioco – scrivono – ora non può più bastare da sola a sorreggere l’evento in modo adeguato e professionale. Per fare questo ci vogliono risorse umane ma soprattutto economiche”.
Gli organizzatori chiedono che la Karatella Race sia considerato “un valore aggiunto e un prodotto turistico per il territorio in cui si svolge” e concludono con un arrivederci: “Da parte nostra rimane la voglia di continuare a divertirci facendo solidarietà così come avvenuto durante tutte le edizioni dell’evento. Siamo convinti che per noi questa pausa sarà utile per caricare le batterie e partire con ancora più forza verso l’anno che verrà.”

La nota integrale degli organizzatori

Con la presente siamo a comunicare agli organi di stampa e ai tantissimi amici che la Karatella Race, quest’anno non si svolgerà.

Si tratta di una decisione molto dolorosa e presa con grande rammarico ma ci è sembrato corretto e rispettoso comunicare questa pausa a tutti voi che ci avete sempre sostenuto.

Nata come un gioco e organizzata come tale, di anno in anno, la Karatella Race si è tramutata da un evento gestito a livello amatoriale da un gruppo di amici, ad una manifestazione sempre più importante, non solo dal punto di vista delle presenze, ma soprattutto a livello organizzativo.

Così, un passatempo si è trasformato in un’attività che ha richiesto sempre più impegno, togliendolo alle attività principali che ognuno dei componenti dello staff organizzativo svolge normalmente.

La Karatella Race ogni anno ha potuto contare sulle forze di tantissimi volontari – oltre 100 nell’ultima edizione – ma la voglia di mettersi in gioco ora non può più bastare da sola a sorreggerla in modo adeguato e professionale.
Per fare questo ci vogliono risorse umane ma soprattutto economiche.

Ci auguriamo che questo anno sabbatico possa essere utile per comprendere che un evento come la Karatella Race, che si è meritato sul campo di essere inserito negli eventi ufficiali del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini di MotoGP, debba essere considerato un valore aggiunto e un prodotto turistico per il territorio in cui si svolge.

Da parte nostra rimane la voglia di continuare a divertirci facendo solidarietà così come avvenuto durante tutte le edizioni dell’evento. Siamo convinti che per noi questa pausa sarà utile per caricare le batterie e partire con ancora più forza verso l’anno che verrà.

Altre notizie
Notizie correlate