venerdì 13 dicembre 2019
menu
Rimini Social

Educaid e RIDS ancora dalla parte delle persone disabili palestinesi

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 23 giu 2014 11:10 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le oltre 80 persone presenti in rappresentanza di Organizzazioni di Persone Disabili, NGO locali e internazionali, agenzie delle Nazioni Unite, ministeri palestinesi hanno confermato il forte e crescente interesse verso il tema.

La presenza di Giampiero Griffo è stato uno stimolo per tutti i partecipanti alla conferenza: una persona con disabilità impegnata da tanti anni nella lotta per il riconoscimento dei diritti delle persone con disabilità ed impegnata a promuovere un nuovo approccio. Non sono le persone ad essere disabili, ma è la società che ci circonda a non essere inclusiva e a non tenere in considerazione le necessità di tutti.
Un messaggio forte per una società come quella palestinese dove la disabilità è stata sempre vista come uno stigma e dove le stesse persone con disabilità hanno spesso cercato un aiuto di tipo assistenziale più che basato sui riconoscimento di diritti.

Adesso che lo Stato di Palestina ha ratificato la Convenzione diventa fondamentale istituire dei meccanismi che facciano pressione sul governo per una sua piena attuazione.
Per questo l’obiettivo comune che è emerso dalla conferenza è quello di lavorare al fine di costruire un network tra tutte le DPOs, che coinvolga le organizzazioni nazionali e locali. Un processo non facile e che richiede del tempo, in cui EducAid e la RIDS, senza sostituirsi alle decisioni delle DPOs palestinesi, possono facilitare questo processo promuovendo il confronto ed il dialogo.

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna