Indietro
venerdì 30 ottobre 2020
menu
Eventi Riccione

Musica e canto per ricordare Jenny Berardi a due anni dalla scomparsa

In foto: In occasione del 2°anniversario della scomparsa di Jenny Berardi, la 16enne riccionese strappata alla vita da una grave forma di leucemia, la famiglia e gli amici, in collaborazione con il Comune di Riccione, organizzano una serata musicale per ricordarla.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 12 nov 2010 13:11 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La serata, dal titolo “Il sorriso di Jenny” si terrà domenica alle 21 al PalaTerme di Riccione. Protagonista la musica con giovani talenti e il coro “Note in crescendo”, di cui anche Jenny aveva fatto parte. Durante la serata saranno anche premiati i vincitori del concorso “Una pagina del mio diario”, rivolto agli studenti degli Istituti superiori della Provincia di Rimini. 120 i lavori che hanno partecipato. Al mattino di domenica 14 novembre, presso la Chiesa della Pentecoste, il parroco Don Giorgio ricorderà Jenny durante la messa delle ore 11.

La presentazione della serata: Jenny amava la musica e il canto. Il tema della serata al PalaTerme sarà dunque proprio la musica. Sul palco si altereranno alcuni suoi amici come Massimo Montanari, Alessandra Del Bello, Vanessa Innocenti, Andrea Tosi, Alessandro Tosi, Francesco Magnanti, il sassofonista Mario Marzi, il coro “Note in Crescendo” diretto dal maestro Fabio Pecci e la band “Sopravvissuti e Sopravviventi” che è una Ligabue cover band. Inoltre saranno premiati i vincitori del concorso “Una pagina del mio diario”, rivolto agli studenti degli Istituti superiori della Provincia di Rimini, che hanno aderito numerosi. Sono stati infatti raccolti oltre 120 elaborati, che saranno esposti perché possano essere letti da tutti. La serata, con ingresso ad offerta libera, ha anche lo scopo di raccogliere fondi da destinare interamente alle Associazioni A.I.L. e A.R.O.P. In particolar modo i fondi contribuiranno alla realizzazione di una casa adiacente all’Ospedale di Rimini, per accogliere le famiglie provenienti da lontano che si ritrovano ad affrontare lunghe degenze con i propri figli presso il reparto di oncoematologia pediatrica.

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
di Sabrina Campanella