Indietro
menu
Rimini

ZTL e segnaletica: dal consigliere Giudici (UDC) nuovi dubbi

In foto: Vigile Elettronico e ZTL restano un tema centrale del dibattito politico riminese.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 11 gen 2008 11:54 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere comunale dell’UDC Eraldo Giudici avenza nuovi dubbi sull’adeguatezza della segnaletica posta dall’Amministrazione Comunale.
Pubblichaimo l’intervento di Giudici:

Pur ampiamente discussa in Consiglio Comunale, l’interrogazione della Consigliera Giuliana Moretti di FI, sulla questione della ZTL , è stata tradotta in mozione, che sarà discussa in Commissione Dipartimentale fra qualche giorno. Almeno è quel che sperano in molti, Amministratori compresi, chi per un verso, chi per un altro.
Crisi di panico, debiti e mutui sulla casa, lavori forzati socialmente utili, per pagare tutte ste contravvenzioni, tante preoccupazioni e chissà…, tanto, tanto lavoro per gli avvocati.
Parrebbe che nel muro alzato dall’Amministrazione a tutela della legittimità dei propri atti, forse, forse, c’è qualche crepa!!
Lo avevamo intravisto nel sopraluogo fatto con Casalboni, ampiamente documentato con un corposo dossier fotografico.
La Moretti con acume, tutto femminile, ne ha intuito la probabilità, ma gli mancava un tassello.
C’è un documento, che potrebbe confermare certe preoccupazioni.
Per questo occorre guardare bene un atto amministrativo, che è fondamentale per accertare la regolarità di tutto il comportamento della Pubblica Amministrazione, per capire se tutto quel che si doveva fare è stato fatto.
Si tratta dell’atto autorizzativo (Decreto Dirigenziale prot. 4540 del 12/12/2003) con cui il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti concede, con prescrizioni e raccomandazioni, l’autorizzazione richiesta dal Comune di Rimini, per l’installazione e l’esercizio del sistema di controllo automatico agli accessi alla ZTL nel centro storico.
Occorrerà quindi valutare più attentamente le prescrizioni che vengono imposte in tema di segnaletica, quella della Fig. II 322/a da porre in loco, ma non solo quella.
L’autorizzazione ministeriale infatti prescrive l’obbligo ‘di apporre un’adeguata segnaletica di indicazione in grado di fornire agli automobilisti una tempestiva informazione in merito ai percorsi soggetti a limitazione ed agli itinerari alternativi possibili.’
Poi fra l’altro prosegue così:
‘Si prescrive inoltre l’installazione di opportuni schemi segnaletici di preavviso indicanti percorsi alternativi per coloro che non possono accedere alla ZTL in quanto non autorizzati.’
Infine precisa che : ‘… il Comune di Rimini,…… potrà procedere direttamente alla fase di esercizio ordinario nel rispetto delle condizioni e raccomandazioni contenute nella presente autorizzazione e nel decreto di omologazione del dispositivo utilizzato.’
Quanto prima inoltreremo richiesta per ottenere copia del predetto decreto di omologazione, e copia della domanda in data 17/11/2003 con la quale il Comune di Rimini avrebbe chiesto l’autorizzazione alla installazione e all’esercizio degli impianti in esame.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.