Indietro
menu
Cattolica

Bus Terminal: sollecitata da Renzi, Regione crea Commissione verifica

In foto: La Regione Emilia Romagna ha istituito una Commissione Tecnica interna per verificare la regolarità di tutta la documentazione del progetto del bus terminal di Cattolica.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 21 gen 2008 16:13 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ne dà notizia il consigliere regionale di AN, Gioenzo Renzi, che aveva chiesto chiarezza sulla questione con un’interrogazione alla Giunta.
Prima di erogare il saldo del finanziamento per la realizzazione del Bus Terminal, spiega Renzi, la Regione dovrà valutare la congruità della spesa sostenuta, di circa 3,9 milioni di euro.

Pubblichiamo il comunicato di Renzi:

Renzi: Bus Terminal di Cattolica: grazie alla nostra interrogazione la Regione ha istituito una Commissione Tecnica interna per verificare la regolarità di tutta la documentazione.

Finalmente dopo più di sei mesi è arrivata la risposta dell’Assessore Peri alla nostra interrogazione sul Bus Terminal di Cattolica – ha dichiarato il Consigliere Regionale Gioenzo Renzi di AN.

“In base a quanto ci ha comunicato l’Assessore Peri, possiamo affermare, prima di tutto, che questa volta, sul fronte della trasparenza, abbiamo raggiunto un piccolo risultato.

La Regione, infatti, proprio grazie alla nostra interrogazione, è stata costretta ad istituire una commissione tecnica interna per verificare la regolarità di tutta la documentazione (fatture di spesa e le relative ricevute di pagamento, la contabilità dei materiali, il piano economico finanziario della società aggiudicatrice della Concessione, ecc…) e la congruità della spesa sostenuta di circa 3, 9 milioni di euro con il relativo valore dell’opera realizzata, prima di erogare il saldo del finanziamento per la realizzazione del Bus Terminal.

Ed è chiaro che se da questa verifica dovessero risultare delle irregolarità, come da noi denunciato, la Regione oltre a non liquidare l’ultimo acconto del contributo, dovrà anche chiedere la riscossione delle somme elargite fino ad’ora, ammontanti a 1.621.794,62 Euro.

La Commissione Tecnica interna della Regione, inoltre, dovrà decidere se sottrarre dalla documentazione di spesa per la richiesta del secondo acconto, la fattura della Società Co.PAR.FiN, da noi segnalata nell’interrogazione.
Nel caso in cui questa fattura non sia ritenuta ammissibile, a differenza di quanto scritto erroneamente dall’Assessore Peri nella suddetta risposta, la Regione dovrà chiedere la restituzione di 619.748,29 euro, cioè l’importo del secondo acconto elargito.

Sottraendo, infatti, dal computo della spesa presentata per la richiesta del secondo acconto, questa fattura, la società concessionaria per la realizzazione del Bus Terminal, non raggiungerebbe la soglia del 50% della spesa totale ammessa a finanziamento di 3.767.086,20 e non di 3.253.678,40 come sostenuto dall’Assessore Peri.

Per il momento, – conclude Renzi – non possiamo che augurarci che la Commissione Tecnica costituita dalla Regione faccia veramente completa trasparenza su tutta questa vicenda, dal momento che oltre ad essere stati impiegati più di sette anni per realizzare quest’opera, di fatto non è ancora attiva, con la stagione turistica ormai alle porte.”

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione