venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Usava il videotelefonino sulla spiaggia di Marina Centro a Rimini per scattare foto pornografiche. Un turista veneto di 30 anni, è stato indagato dai carabinieri di Rimini con l'accusa di pornografia minorile e violenza sessuale aggravata.
di    
lettura: 1 minuto
ven 30 lug 2004 20:00 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Durante le vacanze trascorse in Riviera a luglio l’uomo avrebbe avvicinato dei bambini e con il pretesto di giocare con loro, avrebbe realizzato materiale pornografico con il cellulare dotato di fotocamera.
L’accusa di violenza è scattata dopo la denuncia di un ragazzino
milanese di 11 anni, che l’uomo avrebbe costretto ad abbassarsi gli slip; il tutto davanti a un
fratello della vittima. Diverse le segnalazioni al 112 che hanno fatto partire la caccia: i militari lo hanno cercato nell’albergo dove alloggiava, ma l’uomo si era già allontanato.

Ieri mattina, l’indagato è stato rintracciato in Veneto in casa dei genitori. Durante la perquisizione sono state sequestrate fotografie, videocassette, CD e dischetti, una macchina fotografica, una videocamera, un videotelefono cellulare ed un computer.

Il materiale sarà visionato dai carabinieri e dai consulenti informatici del RIS di Parma.

Altre notizie
in un garage a santarcangelo

Scovato deposito di ricambi d'auto rubati

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna