Indietro
menu
Economia Provincia

Tendenze occupazionali 2004. Presentati i dati del Progetto Excelsior

In foto: Sono stati presentati oggi alla Camera di Commercio di Rimini i dati provinciali emersi dal Rapporto Excelsior, indagine statistica promossa dal Ministero del Lavoro e dal Fondo Sociale Europeo che indica le tendenze occupazionali al 31 dicembre 2004 previste dalle aziende.
www.riminieconomia.it
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 13 lug 2004 19:00 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Occupazione in crescita, aumento dei contratti a tempo indeterminato e una sostanziale conferma dei settori di punta dell’economia riminese: sono questi i dati principali del rapporto Excelsior.
4075 le assunzioni previste nel 2004 nelle aziende della provincia di Rimini con un saldo occupazionale (cioé la differenza tra entrate ed uscite) pari a 1109 unità, vale a dire più 2,1% rispetto al 2003, l’incremento più elevato in regione e superiore anche alla media nazionale che si attesta sul più 1,3%. Un dato positivo, anche se concentrato nei tradizionali settori di punta dell’economia riminese: commercio, servizi ricreativi e alle persone, costruzioni e alberghi/ristoranti/servizi turistici.

In termini di personale proveniente da Paesi extracomunitari la previsione delle assunzioni variano invece tra 841 (20,6% del totale) e 1337 (32,8%).

Ai nuovi assunti, dal punto di vista formativo, il 42,6% delle aziende richiede l’assolvimento della scuola dell’obbligo, il 31,7% il titolo secondario ed il 4,4% quello universitario (la media nazionale è l’8,5%).
La classe di età più richiesta è invece quella tra i 25 ed i 29 anni (26,9% sul totale dei neo assunti), in particolare da parte delle imprese del commercio e di quelle meccaniche. Una curiosità: le aziende cercano personale giovane ma che abbia già esperienza, quindi risultano sempre più importanti i periodi di stage formativo e di esperienza “sul campo”.

Altro dato rilevante la tipologia contrattuale che anche a Rimini, nonostante la stagionalità di molte attività, vede la prevalenza dei contratti a tempo indeterminato (52,9% del totale dei neo assunti). 34,6% le assunzioni a tempo determinato e 16,6% i part-time.

 
Notizie correlate
di Redazione   
di Lucia Renati