lunedì 19 agosto 2019
menu
In foto: Ammonta a 199 miliardi il patrimonio immobiliare del Comunedi Riccione, di cui circa 16/17 miliardi di beni disponibili. Sono i dati dell’inventario presentato venerdì mattina dall’assessore comunale al patrimonio Morena Cavoli, dal sindaco Daniele Imola e dal dirigente del settore Renzo Nicolini.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
dom 29 lug 2001 13:41 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il valore del patrimonio, tra demanio, terreni e fabbricati, ammonta a 199 miliardi al netto degli ammortamenti, dei quali 16-17 annoverati fra i beni disponibili, immobili ed aree che possono cioè essere venduti o affittati. Tra questi, tre lotti agricoli in Carpegna che furono acquistati dal settore Pubblica istruzione per essere utilizzati come campeggi estivi per scolaresche, un edificio a Misano Adriatico e uno a Riccione, in viale Fogazzaro. Il risultato dell’inventario, con il quale l’Amministrazione comunale si è uniformata alle direttive della Corte dei Conti, è costituito da otto faldoni di documenti. Per ogni bene è stata redatta una scheda con descrizione, tipologia, destinazione, rendita catastale: una sorta di “anagrafe” delle proprietà comunali frutto dell’attività di ricerca e catalogazione svolta dai tecnici del settore Patrimonio. Sono diversi gli edifici il cui valore, per le caratteristiche storiche e architettoniche, non può essere quantificato con precisione. Tra questi, il castello degli Agolanti (recentemente restaurato con un intervento di 2 miliardi e 215 milioni), l’ex colonia Reggiana (fabbricato per il quale è prevista la cessione dell’uso a privati, con un intervento di riqualificazione complessiva) e i villini storici di inizio secolo.

Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna