Indietro
mercoledì 24 aprile 2024
menu
Calcio Promozione

Due Emme-Sampierana: il derby speciale di Luca Canali

In foto: L'esultanza della Sampierana dopo la vittoria contro il Fratta Terme
L'esultanza della Sampierana dopo la vittoria contro il Fratta Terme
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 21 feb 2024 18:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

È un derby particolare quello di sabato (anticipo, ore 15) tra Due Emme e Sampierana. Luca Canali, classe 1989, da undici stagioni alla Sampierana, è nativo di Mercato Saraceno e nel club della sua città natale ha fatto la trafila giocando anche in prima squadra tra Prima e Promozione. Conosce un po’ tutti, giocatori e dirigenti. Il fratello fa il direttore sportivo.

“È sempre bello tornare sul campo in cui sei cresciuto, riabbracciare vecchi amici, ma all’emozione ho fatto il callo: sarà una partita come un’altra per me – confida il difensore -. Mi dispiace che la Due Emme sia sul fondo della classifica, ma io devo guardare in casa Sampierana. Anche noi abbiamo bisogno di punti. Non sarà un match facile, anzi proprio questo tipo di partite sono le più pericolose se non le affronti con lo spirito giusto, il massimo della tensione emotiva. Non credo che succederà. E poi troviamo un giocatore molto bravo, l’attaccante Collini, un uomo d’area con il fiuto del gol: il Novafeltria la stagione scorsa ci eliminò dai playoff con un suo gol in pieno recupero. Un motivo in più per tenere alta la guardia”.

Mancano dieci giornate alla fine della stagione, si entra nella fase cruciale del campionato: il margine di sette punti sulle inseguitrici è sufficiente?
“Assolutamente no. E noi con l’inizio dell’andata incerto e un rallentamento ad inizio ritorno non possiamo più sbagliare un colpo. Con la forza del gruppo abbiamo superato quei momenti difficili in maniera brillante; ora la squadra con cinque vittorie di fila è in grande salute fisica e mentale, c’è entusiasmo. La lezione della scorsa stagione è ben viva nelle nostre menti, sono certo che non ripeteremo certi errori”.

Che siate in salute lo avete dimostrato nell’ultima partita in casa con il Fratta Terme. In vantaggio, poi sotto di un gol infine vincenti per 3-2.
“È stata davvero dura, abbiamo affrontato un avversario tosto, compatto, con un collettivo di qualità. Dopo la rete dell’1-2 abbiamo accusato il colpo, poi tutti insieme ci siamo fatti forza e l’abbiamo ribaltata con la prodezza di Narducci e il gol di Lanzi imbeccato da un lancio perfetto di Braschi. Nel recente passato non ce l’avremmo fatta a portare a casa i tre punti, averlo fatto è il segno di un’ ottima condizione mentale. C’è in tutti noi la grande voglia di compiere l’impresa. La Sampierana vuole fortemente arrivare in porto”.

Le avversarie più agguerrite quali sono?
“Tutte e quattro le squadre che sono alle nostre spalle sono allo stesso modo pericolose. Ora ci aspettano tre settimane toste: dopo Due Emme e Torconca affrontiamo in una settimana gli scontri diretti con Faenza in trasferta e San Pietro in Vincoli in casa. Dopo questa serie vedremo qual è la situazione. Il cammino è ancora lungo e lastricato di insidie”.

Contento del suo rendimento?
“Sì, nello schieramento a tre sono il braccetto di sinistra: la Sampierana ha la migliore difesa con 21 gol subiti e la migliore differenza reti. In fase offensiva ho segnato solo un gol, la stagione scorsa ho chiuso a quattro reti. Cercherò di migliorare”.

Dove potete fare meglio?
“Dobbiamo essere più cattivi, più determinati in zona gol, sia in fase di rifinitura sia di conclusione”.