Indietro
venerdì 14 giugno 2024
menu
Finanziato dall'Unione Europea
Le opinioni espresse sono tuttavia solo quelle degli autori e non riflettono necessariamente quelle dell'Unione Europea. Né l'Unione Europea né l'autorità concedente possono essere ritenuti responsabili per loro.
5,78 milioni di euro

Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena ottiene un finanziamento dal PNRR

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 26 lug 2023 11:34 ~ ultimo agg. 8 ago 12:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Finanziato dal PNRR il progetto di efficientamento e rinnovamento del Mercato Ortofrutticolo di Cesena (FOR). Per un importo di 5,78 milioni di euro, gli interventi riguardano la coibentazione dell’area che sarà tutta climatizzata, un grande impianto fotovoltaico, la digitalizzazione dei sistemi e l’efficientamento del freddo e della logistica.

“Si tratta di un grande risultato per l’intera città che potrà contare su una struttura altamente efficiente e moderna – spiega Alessandro Giunchi, amministratore unico di FOR che ha diretto e seguito in prima persona il complesso iter burocratico – Quello che ci rende ancora più orgogliosi è la gestione del percorso condiviso dal Mercato insieme agli uffici del Comune di Cesena che ha visto progettazione e direzione dei lavori tutta in casa, senza il ricorso a strutture esterne come spesso avviene in situazioni del genere”.

Il risultato è di tutto rispetto dal momento che consentirà di rendere il Mercato ortofrutticolo cesenate come uno dei più moderni e all’avanguardia del panorama nazionale. Nel dettaglio, quattro sono le aree di intervento. Prima di tutto la coibentazione della piattaforma logistica e della galleria che di fatto renderà l’intera area climatizzata a 14-18° con bocche di carico a tenuta, climatizzazione stand e galleria, con relativi lavori accessori a partire dalla chiusura degli ingressi. In secondo luogo, un grande impianto fotovoltaico da 400 kw con batterie di accumulo (180 kw), sistemi di connessione domotica per la gestione dell’efficienza energetica con installazione a tetto sul mercato e sugli edifici dei bar, completamento di colonnine di ricarica per auto elettriche. Ci sarà poi la sostituzione impianti illuminanti ad alto consumo con quelli a led e la sostituzione con pompe di calore gli impianti attuali a gas. E ancora, la digitalizzazione di tutti i sistemi di operazione logistica. Attraverso dei rilevatori la merce in partenza e in movimentazione sarà in grado di dialogare con gli operatori che devono caricare o movimentare. Assieme a questo saranno predisposti una serie di altre attrezzature per gli acquirenti che potranno, attraverso lettori barcode, selezionare la merce e il sistema genererà in automatico i documenti logistici e fiscali. Infine, l’efficientamento del sistema di generazione del freddo gruppo celle e piattaforma logistica.

“Ora occorre mettersi subito al lavoro per impostare gare d’appalto e quant’altro necessario all’inizio dei lavori – prosegue Giunchi – Serviranno competenze e un cambio di passo nella gestione del progetto. Siamo riusciti a combinare le esigenze della struttura con le voci premianti del bando, raggiungendo un’ottima posizione in graduatoria. Quello di arrivare alla concessione del finanziamento è stato un piccolo miracolo, avvenuto grazie alla combinazione della mia esperienza nella presentazione di bandi, il supporto dell’amministrazione con i suoi specialisti, disponibili e competenti, e il personale di FOR al quale ho chiesto uno sforzo e un impegno molto al di sopra delle ordinarie mansioni. In fase realizzativa, la posta è altissima e non si può lasciare nulla al caso”.

Il finanziamento di 5,78 milioni di euro avviene attraverso la partecipazione di For al bando pubblico per lo sviluppo della logistica agroalimentare tramite il miglioramento della capacità logistica dei mercati agroalimentari all’ingrosso, indetto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali nell’ambito dei finanziamenti del PNNR, Investimento 2.1 “Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo” – Missione 2 – “Rivoluzione verde e transizione ecologica” – Componente 1 “Agricoltura sostenibile ed economia circolare”.